Categorie: Cronaca

Monza, sesso con un’alunna di 16 anni: insegnante a processo

L’insegnante, che non ha mai negato i rapporti avuti con l’adolescente, era disposto a lasciare la moglie per portare avanti la relazione clandestina.

A denunciare tutto è stato un altro alunno, che ha fotografato il docente e la ragazza mentre si baciavano ed ha girato la foto al preside.

Sesso con un’alunna: prof a processo

Rinviato a giudizio per atti sessuali con minori: è a grave accusa cui deve rispondere un insegnate di lettere di Lissone, Monza.

L’uomo avrebbe avuto una relazione con una sua alunna minorenne, 16enne all’epoca dei fatti.

Il docente è accusato di aver abusato della sua posizione di potere per intraprendere una relazione con la minore.

A denunciare la vicenda era stato un altro alunno del docente, che lo aveva fotografato nel bagno della scuola mentre baciava la ragazza. Quello scatto, in breve tempo, arrivò alla preside.

Il docente accusato di atti sessuali con minore non ha mai negato la relazione con l’alunna.

“Mi sono innamorato ed ero pronto a lasciare mia moglie”

 ha raccontato.

Lo scambio di messaggi ed il rapporto

La ragazza aveva confidato ad un’amica di aver avuto un rapporto completo con lui in un immobile di proprietà del docente. Sarà chiamata anche lei a testimoniare in aula di Tribunale e confermare la relazione con l’insegnante.

I fatti contestati risalirebbero al 2019, quando l’insegnante avrebbe cominciato a rivolgere alla ragazza prima sguardi interessati, poi messaggi ed sms, che le avrebbe sempre raccomandato di cancellare.

Il legale del docente ha fatto sapere che l’accusa nei suoi confronti è diventata di atti sessuali, mentre all’inizio di violenza sessuale.

L’alunna non voleva denunciare il docente inizialmente, perché, secondo l’accusa, ne era diventata succube. Il processo a carico dell’insegnante inizierà il prossimo dicembre.

Mena Indaco

Classe '83, divoratrice di libri e di parole, con un sogno da giornalista nel cassetto. Sono esperta di cronaca ed attualità.