Home Casi Mauro Romano, “Venduto ad uno sceicco”: clamorosa rivelazione

Mauro Romano, “Venduto ad uno sceicco”: clamorosa rivelazione

CONDIVIDI

Si avvicina la verità nel caso di Mauro Romano, il bimbo scomparso nel 1977. Sarebbe stato vivo e venduto all’estero. Gli indizi.

Mauro Romano venduto a sceicco?
Mauro Romano

A riferire elementi inediti sarebbero due donne, ascoltata anche la madre del bimbo che aveva dei sospetti su chi avrebbe rapito Mauro Romano.

La scomparsa e la svolta dopo 43 anni

Era un caldo pomeriggio estivo di ben 43 anni quando il piccolo Mauro Romano di appena 6 anni spari nel nulla mentre giocava davanti alla casa dei nonni a Taviano in provincia di Lecce.
Dal 21 giugno 1977 del biondo Mauro non si seppe più nulla ma solo pochi mesi fa le indagini hanno subito una svolta insperata.

Per il rapimento del piccolo è stato indagato un 70enne, Vittorio R, molto vicino alla famiglia di Mauro all’epoca dei fatti.
Secondo la ricostruzione l’uomo avrebbe fatto sparire il bimbo.

Mauro Romano è vivo all’estero?

Come svela in esclusiva il settimanale Giallo una clamorosa rivelazione potrebbe indicare che Mauro è vivo anche se all’estero.
Ben due donne avrebbero infatti confermato una dichiarazione fatta dall’uomo sospettato:

“Il bambino ormai si trova da uno sceicco”

Sarebbe la confessione del 70enne e secondo i carabinieri del comando Provinciale l’uomo che Mauro chiamava “zio” potrebbe aver detto la verità.

A confermare questa possibilità anche la madre di Mauro, Bianca Romano.
La somma già dieci anni fa, scorrendo una rivista, aveva riconosciuto un uomo che aveva visto in paese prima della sparizione.

Si trattava proprio di uno sceicco e la famiglia segnalò il fatto alle autorità che parvero prendere seriamente in considerazione la cosa.
Anche il Ministero degli Interni si interessò ma dopo uno scambio di lettere con gli Emirati Arabi tutto si bloccò.

L’avvocato della famiglia Antonio La Scala ora è tornato all’attacco e ha chiesto di poter accedere agli atti proprio per valutare la concretezza di questa pista araba.

“Ritengo sempre più fondata l’ipotesi che il piccolo possa essere stato venduto all’estero a persone molto facoltose”.

Come svela Giallo, anche un prete è stato ascoltato negli scorsi giorni: pare che la verità sulla scomparsa di Mauro Romano sia sempre più vicina. È quanto si augurano dopo tanto tempo i familiari del piccolo.