Home News Diego Pablo Simeone, rabbia e insulti contro la figlia: “Spero muoia quella...

Diego Pablo Simeone, rabbia e insulti contro la figlia: “Spero muoia quella bambina di m***a”

CONDIVIDI

Il tecnico argentino Simeone è stato preso di mira da alcuni utenti dopo la sconfitta della Juventus, insultando pesantemente la piccola figlia Valentina

Diego Pablo Simeone, rabbia e insulti contro la figlia: "Spero muoia quella bambina di m***a"
Diego Pablo Simeone

Un qualcosa di indescrivibile è accaduto all’interno del post del tecnico Diego Pablo Simeone, con una raffica di pesanti insulti contro una piccola creatura nata da poche settimane. Ma cosa ha scatenato la rabbia?

Il post e gli insulti

Alcuni tifosi bianconeri non hanno gradito la sconfitta pari a due a zero, ma ancora meno il comportamento del tecnico Diego Pablo Simeone che ha esultato in maniera molto colorita.

Alcune persone, però, hanno pensato bene di prendersela con lui sui social denigrando e offendendo sotto il post dedicato alla sua bambina Valentina appena nata (al momento della foto),  con insulti molto pesanti:

“sarà una p****a come la mamma?

“spero muoia quella bambina di m***da”

“ti scoppiasse tra le mani”

Perché così tanta rabbia sfociata in un insulto dopo l’altro alla povera bambina innocente? Il suo modo di festeggiare non è piaciuto ai tifosi, soprattutto durante il secondo goal di Godin – rete che ha scatenato non poche polemiche.

Il tecnico si è lasciato andare in una vera esultanza da Stadio, portando le mani sulle parti intime e inarcato avanti il bacino con un gesto inequivocabile. Lo stesso ha poi spiegato la motivazione in una conferenza stampa:

“chiedo scusa per la mia maleducazione, non era rivolto alla juventus”

Evidenziando che fosse solo un modo colorito per dire che la sua squadra ha “gli attributi”. Un gesto che non è piaciuto, scatenando anche l’ira degli haters che se la sono presi – facendo un grande errore – con la piccola Valentina.

View this post on Instagram

Bienvenida Valentina❤️

A post shared by Diego Pablo Simeone (@simeone) on