Home Salute & Benessere Vuoi sembrare più giovane? Ecco come rallentare l’invecchiamento

Vuoi sembrare più giovane? Ecco come rallentare l’invecchiamento

CONDIVIDI

Che ci crediate o no, l’invecchiamento è reversibile. Non stiamo dicendo che eviterai assolutamente tutti i dossi lungo il percorso, ma puoi mettere un freno ai segni del tempo.

bellezza
bellezza

Non è mai troppo tardi per iniziare a fare questi cambiamenti, ma le difese vanno rinforzate a partire dai ’30 in su per prevenire danni verso 60 anni e oltre.

Se riesci a trovare e correggere i tuoi deboli legami personali – le cose che ti rendono più vulnerabile agli effetti dell’invecchiamento – l’effetto cumulativo di quelle correzioni può essere enorme quando si tratta di aumentare la durata e la qualità della vita.

La longevità si basa su un quarto della tua genetica e tre quarti sui tuoi comportamenti e sulle tue scelte di vita, secondo studi su gemelli identici. I geni funzionano producendo proteine, anche se l’attivazione o la disattivazione di un gene specifico è almeno in parte sotto il tuo controllo.

Quindi, come si cambia la funzione dei tuoi geni? Un modo è ricostruendo i cromosomi, che hanno piccole sostanze alle estremità chiamate telomeri. Ogni volta che una cellula si riproduce, quel telomero diventa un po’ più corto.

Una volta che il rivestimento protettivo sulla punta è sparito, il tuo DNA inizia a sfilacciarsi ed è molto più difficile da usare. Questo è ciò che induce le cellule a smettere di dividere, crescere e riempire il tuo corpo. La cellula non aiuta più il corpo e si suicida (si chiama apoptosi), che alla fine contribuisce alle condizioni legate all’età.

Ma il tuo corpo ha anche una proteina, chiamata telomerasi, che riempie e ricostruisce automaticamente le estremità dei cromosomi. Ciò mantiene le cellule e te in buona salute.

Da dove viene la sua energia?

Da centinaia di mitocondri nelle cellule, che convertono i nutrienti dal cibo in energia che il tuo corpo utilizza per svolgere tutti i suoi compiti. Sono i motori fondamentali del metabolismo e fungono da spina dorsale per una delle principali teorie dell’invecchiamento.

Il problema è che quando i mitocondri trasformano il tuo cibo in energia, producono radicali liberi dell’ossigeno, molecole che causano una pericolosa infiammazione nei mitocondri stessi e nel resto della cellula quando si rovesciano.

Cosa mangiare?

Una delle migliori strategie è quella di mangiare molti alimenti contenenti flavonoidi e carotenoidi, che sono potenti antiossidanti: mirtilli rossi, pomodori, melograni, cipolle e succo di pomodoro, flavonoidi e carotenoidi sembrano ridurre l’infiammazione neutralizzando quei dannosi radicali liberi dell’ossigeno.