Home News Trasporto aereo, EasyJet: titolo azionario in rally nonostante il crollo dei ricavi

Trasporto aereo, EasyJet: titolo azionario in rally nonostante il crollo dei ricavi

CONDIVIDI

Le azioni EasyJet hanno subito un rally in Borsa grazie ad un netto miglioramento della situazione per il trimestre corrente, durante il quale si tornerà a volare con il 40% della propria capacità.

Easyjet

Fino a quattro mesi fa, si temeva che il settore del trasporto aereo potesse subire contraccolpi fatali, ma da allora ad oggi il sentiment è cambiato notevolmente.

L’ottimismo è incoraggiante: la compagnia low cost Easyjet prevede ora che la sua perdita nel quarto trimestre sarà inferiore a quanto precedentemente previsto.

Alla luce dei divieti imposti dal governo, le previsioni per il terzo trimestre erano davvero terribili. Le entrate sono state di £ 7 milioni e le perdite registrate di £ 324,5 milioni. I costi totali nel periodo sono crollati del 79% a £ 332,1 milioni poiché le operazioni erano minime.

La compagnia aerea low cost EasyJet ha registrato una perdita di cassa di £ 774 milioni.

EasyJet, emissione di nuove azioni

Alla fine di giugno, il prezzo delle azioni di EasyJet è stato messo sotto pressione dopo che la società ha annunciato i risultati del primo semestre e un nuovo piano di emissione.

La compagnia aerea ha raccolto oltre £ 400 milioni emettendo nuove azioni equivalenti a circa il 15% del capitale azionario totale.

Il gruppo ha precedentemente ottenuto finanziamenti per 1,7 miliardi di sterline e ha continuato a raccogliere oltre £ 200 milioni da un accordo di vendita e leasing di sei aeromobili.

Le entrate totali sono aumentate dell’1,6% a £ 2,38 miliardi. La scomparsa di Thomas Cook è stato un fattore che ha impattato sulla performance del gruppo.

Tuttavia, la perdita al lordo delle imposte è stata di £ 353 milioni, inclusa una commissione una tantum di £ 160 milioni attribuita alle restrizioni di volo relative a Covid-19.

Poco più di una settimana fa, il governo del Regno Unito ha annunciato che chiunque dovesse arrivare nel Regno Unito dalla Spagna deve autoisolarsi per due settimane.

Westminster ha preso la decisione a causa di un aumento del numero di casi Covid-19 registrati in Catalogna. Il governo britannico ha consigliato ai suoi cittadini di non recarsi in Spagna continentale.