Home Cronaca Incinta della quarta bambina, muore a 28 anni: il dramma di Martina...

Incinta della quarta bambina, muore a 28 anni: il dramma di Martina Barricelli e della piccola Ester

CONDIVIDI

La giovane mamma aveva avuto anche il coraggio di denunciare le violenze ed i maltrattamenti subiti dal suo compagno.

morta Martina Barricelli

La procura di Bolzano ha disposto l’autopsia sul corpo della 28enne, per stabilire l’esatta causa della morte.

I soccorsi, poi il dramma di Martina

Ha accusato un malore lo scorso venerdì notte, mentre si trovava da sola in casa.

Così ha chiesto l’intervento dei sanitari del 118, ma prima di arrivare in ospedale, la vita di Martina e della piccola che portava in grembo si sono spente per sempre.

La 28enne di Merano, già madre di altri tre bambini, avrebbe dovuto partorire a maggio.

I sanitari hanno tentato di tutto per salvare la vita a lei e alla piccola Ester, ma non sono riusciti a strapparle alla morte.

Leggi anche –> Neonato con ustioni su tutto il corpo, forse lavato con la candeggina: il piccolo Vincenzo è gravissimo

Martina Barricelli era stata un’atleta. Attualmente insegnava pattinaggio artistico.

Aveva denunciato il compagno per maltrattamenti

Martina era una ragazza sorridente, nonostante le difficoltà che aveva dovuto affrontare.

In passato aveva denunciato il suo compagno per maltrattamenti ed aveva trovato rifugio in una casa protetta.

A sostenerla nel suo percorso di vita c’erano sempre i suoi genitori, che non l’hanno mai abbandonata.

Alla notizia della sua morte, così improvvisa ed inaspettata, la città di Merano si è stretta attorno alla sua famiglia e ai suoi bambini, che dovranno abituarsi a crescere senza la loro mamma.

Leggi anche –> “La vita è più forte di tutto”: la commovente storia di Sabrina e del piccolo Giuseppe

La Procura di Bolzano – come riferisce anche Leggo – ha disposto l’esame autoptico sul corpo di Martina Bariccelli, per accertarne le cause della morte.

Al momento l’ipotesi più plausibile sembra quella di un arresto cardiaco.