Home News Ferrero, al 22esimo posto nella classifica delle famiglie più ricche del mondo

Ferrero, al 22esimo posto nella classifica delle famiglie più ricche del mondo

CONDIVIDI

Nutella vale di più della tecnologia: Ferrero si piazza al 22esimo posto nella classifica delle famiglie più ricche del mondo stilata da Bloomberg, disponendo di un patrimonio di 30,5 miliardi di dollari.

ferrero

L’azienda di Alba oggi vale più degli smartphone Samsung e degli alberghi 5 stelle Hyatt.

“La famiglia Ferrero […] dispone di un patrimonio di 30,5 miliardi, al 22esimo posto nel ranking dei nababbi del pianeta, davanti alla famiglia Lee (Samsung) e Pritzker (hotel Hyatt).

La multinazionale di Alba, 31 fabbriche e 36 mila addetti, fattura più di 11 miliardi di euro l’anno e genera oltre 220 milioni di profitti”,

è quanto riporta il Corriere.

Ferrero si classifica al 22esimo posto tra le famiglie più ricche al mondo: sul podio della classifica Bloomberg, ci sono i Walton (proprietari della catena di supermarket Wal Mart), seguiti dai Mars (fondatori delle M&Ms).

Seguono i Koch (operanti nel settore asfalto, chimica ed energia), il cui patrimonio personale risulta superiore ai 100 miliardi di dollari.

Ferrero vale più della tecnologia: chi è Giovanni Ferrero?

Giovanni Ferrero è l’uomo più ricco d’Italia e il leader miliardario a capo del Gruppo Ferrero.

Il Gruppo Ferrero è il secondo colosso dolciario più grande del mondo e il produttore di Nutella, Ferrero Rocher e Tic Tacs.

Il patron di Ferrero ha inventato la Nutella nel 1964 e la sua immensa popolarità in Italia ha contribuito a far crescere il business del cioccolato in un’azienda familiare, che vale miliardi di dollari, riporta Forbes.

Giovanni Ferrero, 55 anni, è il figlio più giovane dell’inventore della Nutella Michele Ferrero.

Giovanni Ferrero è nato in Italia nell’aprile del 1964, secondo il Bloomberg Billionaires Index.

Ferrero ha frequentato la European School, un collegio belga, secondo la National Italian American Foundation.

Ferrero ha continuato a studiare marketing presso il Lebanon Valley College di Annville, in Pennsylvania, secondo la NIAF.

Ferrero: la storia della azienda familiare di Alba

Il Gruppo Ferrero nasce quando il nonno Ferrero, Pietro Ferrero, aprì una cioccolateria ad Alba, in Italia, nel 1946, secondo quanto riferito da Forbes.

Il prodotto principale del negozio era la Supercrema, una crema di nocciole nata dalla carenza di cioccolato in tempo di guerra; era il precursore della Nutella.

Oltre 70 anni dopo, il Gruppo Ferrero è la seconda più grande azienda dolciaria al mondo. La società ha venduto dolci per un valore di $ 11,9 miliardi nell’anno fiscale che si è concluso nell’agosto 2018, secondo Bloomberg.

Grazie all’espansione della linea dei prodotti ed alle acquisizioni aziendali, i prodotti del Gruppo Ferrero ora includono: Tic Tac; Cioccolatini Kinder; Barrette di cioccolato Baby Ruth, Butterfinger e Crunch; e biscotti Keebler, Famous Amos e Little Brownie Bakers; oltre a Nutella e Ferrero Rocher, secondo una nota del mese di luglio.

Giovanni e suo fratello Pietro sono diventati co-CEO dell’azienda nel 1997

Pietro gestiva la logistica quotidiana del business e lo sviluppo del prodotto, mentre Giovanni si concentrava sull’aspetto creativo, riporta Forbes.

A seguito della scomparsa di Pietro, stroncato da un infarto, Giovanni divenne amministratore delegato unico del Gruppo Ferrero, mentre suo padre Michele ricoprì il ruolo di Presidente Esecutivo.

Ferrero ha ricoperto entrambi i titoli di CEO e presidente esecutivo per due anni fino a quando Lapo Civiletti ha assunto la carica di CEO dell’azienda nel 2017.

Giovanni è il “più introverso” dei fratelli Ferrero, secondo il Wall Street Journal.

Noah Kirsch di Forbes ha descritto Ferrero come

“magro, ben vestito e con una risatina disarmante”, con “più l’aria di un conduttore di giochi che un proprietario di una fabbrica miliardaria”,

dopo averlo intervistato a giugno 2018.

Da quando ha assunto la carica di Presidente esecutivo, Ferrero ha perfezionato le prime acquisizioni e ha assunto il suo primo CEO “esterno” ed estraneo ai membri della famiglia.