Che tempo che fa, Maria de Filippi da brividi: “Hanno provato a farmi saltare in aria”

Maria de Filippi ha raccontato la storia dell’attentato che lei e suo marito hanno subito alla fine del Maurizio Costanzo Show.

Maria de Filippi
Maria de Filippi- Lettoquotidiano.it

Una visibilmente scossa Maria de Filippi, ospite a Che Tempo che Fa, ha raccontato la terribile esperienza che lei e suo marito, Maurizio Costanzo hanno subito nel 1993. I due, infatti, furono vittima di un attentato in piena regola al termine di una puntata del Maurizio Costanzo Show. Nello specifico il dramma si consumò il 14 maggio in via Fauro fuori dal teatro dove era in onda il programma.

Maurizio Costanzo e Maria de Filippi si sposarono nel 1995

Maria de Filippi, ma più nello specifico il suo compagno, furono presi di mira dalla mafia a causa di alcune puntate dello show di Costanzo che si basavano proprio su di loro. In seguito all’omicidio di Libero Grassi, infatti, il giornalista prese una dura posizione contro le associazioni a delinquere esponendosi in prima linea.

Grazie ad un cambio d’auto i due conduttori riuscirono a salvarsi

Il suo comportamento, quindi, ha scatenato una risposta che si è tramutata in 60 kg di tritolo. Molti pensano che la goccia che fece traboccare il vaso fu una maratona Rai- Fininvest contro la mafia in cui Maurizio bruciò una maglietta che recitava “Mafia made in Italy”.

LEGGI ANCHE —> Maria de Filippi finalmente dice la verità | Perché si siede sempre sulle scalette

Maria, quindi, ha raccontato la sua terribile esperienza: “Io ho pensato fosse stata una caldaia che era scoppiata quindi ho telefonato a mia madre e mio padre e gli ho detto se sentite qualcosa state tranquilli che è una caldaia. Quando mi sono resa conto, io per un anno a quell’orario mi svegliavo. Poi sono sempre stata convinta che io avevo visto la persona che aveva azionato l’esplosione. Eravamo in macchina mentre stavamo uscendo ed io vedo questo ragazzo che mi fissa ed io fisso lui. Non lo riconoscerei mai“.

Maria de Filippi
Auto esplosa

LEGGI ANCHE —> Maurizio Costanzo ad un passo dalla morte, l’autista racconta quel terribile giorno

Il tritolo, dunque, fu piazzato all’interno di una Fiat Uno ma la fortuna volle, come ha raccontato la stessa de Filippi, che lei e Costanzo cambiassero macchina quella sera. Fortunatamente, quindi, non ci furono vittime a causa di un leggero ritardo nell’azionamento del telecomando e di un muretto di una scuola, il quale ha protetto l’auto del giornalista.