Home Salute & Benessere Hai le vertigini? Ecco cosa rivelano sulla tua salute: sintomi comuni di...

Hai le vertigini? Ecco cosa rivelano sulla tua salute: sintomi comuni di alcune malattie

CONDIVIDI

Soffri di vertigini? Dietro questo disturbo, ci potrebbero essere cause che, da solo, non potresti comprendere. Scopriamole insieme.

vertigini
vertigini

Vertigini frequenti: da cosa derivano e cosa ci dicono sul nostro stato di salute?

1. Basso livello di zucchero nel sangue

Un calo di zucchero nel sangue può causare vertigini.
Lo zucchero nel sangue di solito aumenta dopo un pasto.

L’aumento della glicemia dopo aver mangiato è il motivo per cui le persone che hanno le vertigini prima di mangiare spesso si sentono meglio dopo.

Quando lo zucchero nel sangue scende dopo un pasto e provoca vertigini, ci si trova di fronte all’ipoglicemia reattiva. Le persone con diabete o prediabete possono avvertire parti di glucosio nel sangue dopo un pasto perché il loro corpo produce troppa insulina.

Tuttavia, le persone senza diabete possono avere anche questo tipo di ipoglicemia. Ad esempio, le persone che hanno subito un intervento chirurgico allo stomaco possono digerire gli alimenti troppo rapidamente, rendendo più difficile per il corpo assorbire il glucosio da essi. Anche le rare carenze di alcuni enzimi digestivi possono ridurre la glicemia.

Mangiare pasti più piccoli e più frequenti con un basso contenuto di zucchero può aiutare.

2. Bassa pressione sanguigna

A volte, la pressione sanguigna di una persona scende improvvisamente dopo aver mangiato. I medici chiamano questa ipotensione postprandiale.

Le persone con ipertensione hanno maggiori probabilità di sviluppare questo sintomo, perché l’ipertensione può causare indurimento e blocchi nelle arterie.

Questi cambiamenti danno problemi al flusso di sangue al cervello quando scorre anche nel sistema digestivo. La riduzione del flusso sanguigno al cervello può provocare vertigini.

Anche gli anziani, le persone con malattia di Parkinson e quelli con disturbi del sistema nervoso possono essere più vulnerabili all’ipotensione postprandiale.

Bere più acqua prima dei pasti e mangiare pasti più frequenti ma più piccoli, ad esempio sei piccoli pasti anziché tre grandi, può anche migliorare i sintomi.

3. Farmaci per il diabete

Alcuni farmaci per il diabete, inclusa l’insulina, possono causare vertigini quando abbassano troppo la glicemia. Una persona che prende le medicine subito prima di un pasto può notare vertigini post-pasto quando il farmaco inizia ad avere effetto.

Le persone con diabete che avvertono regolarmente capogiri dopo un pasto dovrebbero parlare con il proprio medico di come cambiare i farmaci e se prendere un dosaggio più basso o regolare il programma dei pasti.

4. Alimenti, bevande e alcol

Alcune sostanze chimiche contenute nell’alcool possono provocare vertigini dopo averlo bevuto durante i pasti.

Le sensibilità alimentari possono far sì che alcune persone sentano stordimento o nausea. Alcuni farmaci e sostanze chimiche, tra cui caffeina e alcool, possono anche provocare vertigini dopo un pasto.

Le persone che soffrono spesso di vertigini dopo aver mangiato potrebbero voler considerare di tenere un registro di questi episodi e notare ciò che mangiano prima di ognuno.

Nel tempo, può diventare evidente che un determinato alimento o gruppo di alimenti possa causare vertigini.

5. In piedi dopo essersi seduti

La maggior parte delle persone si siedono per mangiare e poi si fermano poco dopo. Alcune persone sperimentano un improvviso calo della pressione sanguigna quando stanno in piedi.

Quando ciò accade, il problema non è il pasto stesso, ma l’improvviso passaggio da una posizione seduta a una posizione eretta.

L’ipotensione ortostatica è il termine medico per indicare tale condizione. Alcune potenziali cause includono:

  • disturbi del sistema nervoso
  • disidratazione
  • basso livello di zucchero nel sangue
  • problemi cardiaci che rendono difficile per il cuore pompare
  • abbastanza sangue quando una persona si alza
  • farmaci per trattare la pressione alta
  • gravidanza
  • eccessiva esposizione al calore
  • infezione o febbre
  • diabete
  • vasi sanguigni bloccati
  • anemia
  • sanguinamento da qualche parte nel corpo, come nello stomaco

Nelle persone che sperimentano solo occasionali cadute di pressione sanguigna, è consigliabile bere più acqua. Altrimenti, è importante consultare un medico per assicurarsi che non vi siano gravi condizioni mediche di base.