Home News Stati Generali,”Restituire miliardi”: Bonomi annuncia ritardi per la cassa integrazione

Stati Generali,”Restituire miliardi”: Bonomi annuncia ritardi per la cassa integrazione

CONDIVIDI

Cassa integrazione anticipata dalle imprese e ritardi per i sostegni liquidità annunciati, è quanto dichiarato da Bonomi agli Stati Generali.

Carlo Bonomi
Carlo Bonomi

Dure le parole del presidente di Confindustria durante gli Stati Generali, l’intervento di Bonomi su cassa integrazione e miliardi di accise da restituire.

“Lo Stato deve restituire miliardi”: la stoccata di Bonomi

Il presidente di Confindustria, intervenendo agli Stati Generali ha voluto centrare l’attenzione sulle imprese e sugli anticipi della cassa integrazione di cui si sono fatte carico fino ad ora.

La situazione dovrebbe continuare in tal direzione almeno per altre 4 settimane gravando dunque sulle imprese.

Secondo Bonomi inoltre i ritardi per la cassa integrazione non sarebbero gli unici:

“Gravi ritardi anche per le procedure a sostegno della liquidità”

E’ l’annuncio odierno, come riportato anche da La Repubblica.

Non solo, nei confronti del Governo Bonomi lancia una richiesta ben precisa rivendicando la restituzione delle accise elettriche anticipate dalle imprese dal 2010 al 2011.

“Chiedo immediato rispetto per la sentenza della magistratura che impone restituzione di 3,4 miliardi di accise energia”.

Le dichiarazioni di Conte agli Stati Generali

Solo pochi giorni fa il Premier Giuseppe Conte aveva dichiarato agli Stati Generali il grane impegno dell’Italia nei confronti dei lavoratori.

A differenza di quanto accaduto in Europa, sostiene Conte, il nostro Paese non ha intenzione di abbandonare i lavoratori ed è a tal fine che sono stati stanziati 25 milioni per la cassa integrazione.

Nonostante ciò il Premier ha ammesso che tale meccanismo debba essere adeguato ed i progetti in tal senso sono molti.

In risposta alle rivendicazioni di Confindustria, Conte ha oggi voluto precisare che il Governo non ha pregiudizi verso la libera iniziativa economica delle imprese .
In aggiunta il Premier ha voluto ricordare che la ripresa sarà un processo lungo.

“Per noi l’impresa è un pilastro della nostra società..abbiamo convenuto che l’incertezza non verrà sciolta nel giro di qualche mese”