Home Personaggi Sara Calzolaio, chi è la compagna di Antonio Logli del caso Ragusa?

Sara Calzolaio, chi è la compagna di Antonio Logli del caso Ragusa?

CONDIVIDI

Biografia dell’amante dell’assassino di Roberta Ragusa. Da babysitter a compagna di vita, scopriamo di più su Sara Calzolaio.
Sara Calzolaio biografia

Sara Calzolaio è la compagna di Antonio Logli, l’assassino del caso Ragusa: l’uomo è stato giudicato colpevole della scomparsa  della moglie e di occultamento di cadavere.

Chi è Sara Calzolaio e qual è il suo passato? Biografia e storia della futura moglie del protagonista di uno dei casi di cronaca nera più controversi degli ultimi anni.

Sara Calzolaio, da babysitter ad amante di un assassino per la legge

Sara Calzolaio era una giovane ventenne toscana quando nel 2003 iniziò a lavorare a casa Logli come babysitter di Daniele ed Alessia, figli di Antonio Logli e Roberta Ragusa.

Antonio Logli iniziò ad avere attenzioni particolari verso Sara e velocemente nacque del tenero tra i due.

La ragazza apparteneva ai Testimoni di Geova e quando confessò di avere una relazione clandestina con Antonio, uomo sposato, fu subito cacciata dall’ordine religioso.

Sara inizialmente si prendeva solo cura dei bambini, poi Antonio la assunse come segretaria nell’autoscuola di famiglia. Ci lavorò dal 2004 al 2012 imponendosi anche come amante in casa Logli.

Da lì iniziarono i problemi tra Roberta e Antonio. Roberta Ragusa scrisse anche una lettera a Sara Calzolaio in cui le confessava l’enorme dispiacere e l’insoddisfazione che provava di fronte al fallimento del suo matrimonio.

Donna Glamour puntualizza che nemmeno difronte a ciò i due interruppero la relazione amorosa clandestina.

La tragica scomparsa di Roberta

Roberta Ragusa è scomparsa nel 2012 all’età di 44 anni e ancora non è stato rinvenuto il cadavere. A quasi 10 anni dalla sua scomparsa le autorità giudiziarie l’hanno dichiarata ufficialmente morta.

Nel 2019 i giudici hanno tutti concordato sulla colpevolezza del marito: Antonio Logli, 57 anni, è colpevole di aver ucciso la moglie Roberta e di aver occultato il cadavere. Lo hanno condannato a 20 anni di carcere.

Un inaspettato giudizio che lo ha immediatamente condannato alla reclusione in carcere: sia Antonio che Sara si battevano per l’innocenza dell’uomo e non credevano che realmente potesse essere incolpato di omicidio.

Sara, 37 anni, vive a Gello San Giuliano in provincia di Pisa, Toscana. Si legge su Viagginews.it che ora abita stabilmente a casa Logli con i figli di Antonio e Roberta.

Da sola, senza il suo amato e futuro marito Antonio, si ritrova a gestire una casa e una famiglia non suoi con non poco stress e problemi da sopportare. L’uomo, pazzo d’amore per Sara, le ha chiesto di sposarlo in carcere sigillando la promessa con un anello di plastica, lei ha risposto Sì.

Anche il conduttore di Quarto Grado, Gianluigi Nuzzi, ha commentato sul suo profilo Facebook la richiesta di matrimonio di Antonio:

mi lascia basito, senza parole. Ripenso a certe interviste dove Antonio Logli diceva “Se Roberta tornasse..”. Ma per favore…

Le nozze tra i due saranno possibili proprio perché la moglie di Antonio è stata dichiarata da poco ufficialmente deceduta.

Questa relazione macchiata di sangue l’ha cambiata

Quando Sara iniziò a lavorare per la famiglia Logli era una ragazza acqua e sapone, sorridente e spensierata.

Un sorriso brillante, magra, capelli ben acconciati e brillava di una spensieratezza tipica che si ha 20 anni. Fu tutto questo che fece innamorare Antonio?

Negli anni però è cambiata molto. La relazione extraconiugale e la scomparsa di Roberta con le conseguenti pressioni mediatiche l’hanno cambiata.

La Procura ha scagionato Sara Calzolaio da qualunque accusa e coinvolgimento nella scomparsa e morte di Roberta Ragusa. Ma non è abbastanza: lo stress, mediatico e psicologico, da sopportare è tanto per la donna.

Fisicamente ha preso qualche chilo in questi anni ma è negli occhi che si legge la stanchezza e quasi limite di sopportazione. Ansiosa, stressata e senza più quella luce nel volto che tanto le donava da ragazza.

Dopo la scomparsa di Roberta Ragusa, Sara e Antonio nel 2013 hanno dato inizio alla loro convivenza proprio in casa Logli. Le cimici apposte nella casa hanno intercettato conversazioni tra lei e Antonio mentre Sara si sfoga e gli racconta tutto lo stress a cui deve soccombere.

Perfino i rapporti con i figli della coppia non sono più quelli di prima, ovviamente la scomparsa di Roberta ha sconvolto le dinamiche familiari.

Le nozze tra lei e Antonio e la speranza di rimanere presto incinta dovrebbero regalarle di nuovo un sorriso, chissà se tornerà mai spensierata come lo era un tempo.