Home Casi Samira El Attar, svolta nel caso: marito indagato per omicidio e occultamento...

Samira El Attar, svolta nel caso: marito indagato per omicidio e occultamento di cadavere

CONDIVIDI

Svolta nel caso di Samira El Attar: per il marito scatta l’indagine per omicidio e occultamento di cadavere. Ecco i primi dettagli

Samira El Attar, svolta nel caso: marito indagato per omicidio e occultamento di cadavere
Samira El Attar

Svolta nel misterioso caso di Samira El Attar dove ora il marito Mohammed è indagato per omicidio e occultamento di cadavere.

Mohammed indagato per omicidio sulla moglie Samira

Mohammed, marito della mamma scomparsa a Stanghella, è ora indagato per omicidio e occultamento di cadavere. La notizia è stata data dalla redazione del programma televisivo di Rai Uno “Storie Italiane” attraverso le parole dell’avvocato difensore dell’uomo.

Tutto inizia dalla consegna delle scarpe della moglie che Mohammed, insieme alla zia della donna scomparsa, trovate per caso lungo la statale e consegnate agli inquirenti – insieme ad un pezzo del portachiavi (trovato vicino alle calzature).

Nei giorni scorsi era stato aperto un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona, ma dopo il ritrovamento di cui sopra la Procura ha dato via all’indagine per omicidio e occultamento di cadavere iscrivendo all’interno del registro degli indagati il marito della donna scomparsa.

I misteri nella scomparsa di Samira

La mamma di Stanghella il 21 ottobre ha lasciato la figlia all’asilo per poi scomparire nel nulla alle 10 del mattino. Una serie di strane coincidenze che portano il marito a denunciare il fatto il giorno dopo – convinto che la stessa si fosse recata a lavoro – e poi la deviazione di chiamata dal cellulare della donna a quello di Mohammed.

Le testimonianze di alcuni vicini e parenti hanno inoltre fatto emergere un rapporto particolare tra i due: sembra infatti che la donna avesse paura del marito e del suo comportamento ma che non sarebbe mai scappata, senza sua figlia.

Si arriva poi al ritrovamento delle scarpe e del portachiavi della donna, in un campo lungo la statale seguito da cinque ore di interrogatorio per Mohammed e la zia. La decisione degli inquirenti si porta anche alla ricerca del corpo sottoterra, con l’aiuto del georadar – al fine di non tralasciare nulla.