Home Casi Omicidio Nicoletta Indelicato: chiesto l’ergastolo per Margareta Buffa

Omicidio Nicoletta Indelicato: chiesto l’ergastolo per Margareta Buffa

CONDIVIDI

La donna avrebbe covato un odio profondo per la vittima, tanto da pianificarne l’omicidio.omicidio Nicoletta Indelicato

Carmelo Bonetta, fidanzato della Buffa, lo scorso maggio è stato condannato a 30 anni di carcere.

L’omicidio di Nicoletta Indelicato

Nicoletta Indelicato scomparve dalla sua abitazione in Contrada Sant’Onofrio, a Marsala, nella notte tra il 16 ed il 17 marzo 2019.

Quella sera la ragazza s’incontrò con l’amica Margareta Buffa, che la portò con la sua auto nelle campagne dove poi venne ritrovato il corpo senza vita di Nicoletta, qualche giorno dopo la sparizione.

Nel bagagliaio dell’auto di Margareta si era nascosto Carmelo Bonetta, che, al momento giusto, dietro segnale della fidanzata,  scese dall’auto e colpì Nicoletta con 12 coltellate.

Alcune delle coltellate si scoprì poi dopo essere state inferte con la mano sinistra e quindi presumibilmente dalla Buffa, che è mancina.

Dopo aver ucciso Nicoletta Indelicato, i due diedero fuoco al corpo della vittima cospargendolo di benzina.

La ragazza venne ritrovata qualche giorno dopo, sfigurata dalle coltellate.

Il movente dell’efferato delitto è da ricercarsi nella gelosia di Margareta Buffa nei confronti della vittima.

Nicoletta, di origine rumena, era stata adottata da una famiglia benestante di Marsala. Destino simile a quello di Margareta, anche lei di origine rumena, che era stata adottata però da una famiglia meno agiata.

La Buffa aveva covato una profonda gelosia nei confronti dell’amica, tanto da pianificarne addirittura l’omicidio.

Lo scorso giugno il Tribunale di Marsala ha condannato Carmelo Bonetta a 30 anni di carcere. L’uomo era stato giudicato con rito abbreviato.

Chiesto l’ergastolo per Margareta

Il pubblico ministero, Maria Milia, ha chiesto una condanna all’ergastolo per Margareta Buffa.

“Ha pianificato l’omicidio di Nicoletta Indelicato, agendo con lucidità e malvagità”

sostiene il pm.

Il pubblico ministero ritiene che la pena inflitta alla Buffa debba essere superiore a quella di Carmelo Bonetta.

Chiesto per la donna anche un periodo di isolamento.