Home Casi Omicidio Ilenia Fabbri, l’ultimo saluto alla 46enne uccisa a Faenza: presente anche...

Omicidio Ilenia Fabbri, l’ultimo saluto alla 46enne uccisa a Faenza: presente anche l’ex marito

CONDIVIDI

Claudio Nanni resta l’unico indagato per la morte della sua ex moglie. I funerali di Ilenia Fabbri si sono svolti in forma privata.

funerali Ilenia Fabbri

Con il suo nuovo compagno, Stefano Tabanelli, la vittima aveva anche progettato il matrimonio.

L’omicidio di Ilenia Fabbri

Un omicidio ancora avvolto nel mistero quello di Ilenia Fabbri, 46enne di Faenza, trovata morta nel suo appartamento lo scorso sabato, 6 febbraio.

Quella mattina, la vittima era in casa con un’amica della figlia, che era rimasta a dormire lì, mentre Arianna partiva per Milano insieme al padre, nonché ex compagno di Ilenia.

Intorno alle 6 del mattino, l’amica di Arianna, viene svegliata da un forte trambusto. Così, pensando ad un ladro, telefona alla ragazza.

La giovane, a sua volta, allerta i carabinieri. Quando i militari giungono nell’abitazione di via Corbara, per Ilenia non c’è più nulla da fare.

La donna viene trovata morta sgozzata in una pozza di sangue.

L’ex marito di Ilenia e la figlia avevano appuntamento a Milano per acquistare un’auto alla ragazza.

L’amica della figlia avrebbe intravisto il killer di spalle, e lo ha descritto come:

“UN UOMO MOLTO ALTO E ROBUSTO, VESTITO DI NERO”.

Qualche giorno fa sono state isolate delle tracce ematiche nell’appartamento. Tracce che potrebbero appartenere proprio all’omicida di Ilenia.

Sembra che una telecamera privata non distante dall’abitazione di via Corbara abbia registrato il passaggio di una persona vestita di scuro, proprio sabato mattina all’alba, in un orario compatibile con quello del delitto di Ilenia.

Indagato l’ex marito

Qualche giorno dopo il delitto, l’ex marito di Ilenia Fabbri, Claudio Nanni, è stato ufficialmente iscritto nel registro degli indagati per omicidio volontario pluriaggravato in concorso con persona ignota.

Gli inquirenti hanno quindi perquisito l’auto e l’abitazione di Claudio Nanni.

Da tempo Ilenia aveva un nuovo compagno, Stefano Tabanelli, con il quale aveva anche progettato il matrimonio.

“Ilenia ed io portavamo già le fedi al dito nelle quali dovevamo far incidere la nostra data”

ha raccontato l’uomo, che ora deve fare i conti con un lutto terribile, ancora avvolto nel mistero.

I dubbi sull’ex marito

Non sarebbe comunque la gelosia il movente del delitto di Ilenia Fabbri. Secondo gli inquirenti infatti i problemi tra la vittima e l’ex marito erano di natura economica.

Con l’ex marito la separazione non era stata facile.

Un paio di anni fa, Ilenia aveva denunciato l’ex marito per maltrattamenti, ma il caso era stato archiviato per l’assenza di elementi utili.

Una persona vicina a Claudio Nanni ha inoltre riferito di alcune minacce che l’uomo avrebbe fatto alla sua ex moglie.

Dopo gli incontri con l’avvocato civilista, l’ex marito, che lavorava in un’officina, si sarebbe lasciato andare a sfoghi pesanti contro Ilenia:

“Se continua così, prima o poi le mando qualcuno farle le festa”.

Minacce che sono state messe agli atti e che forniscono un ulteriore indizio a carico di Nanni.

I funerali di Ilenia Fabbri

Si sono tenuti questa mattina, in forma privata, i funerali di Ilenia Fabbri, nella chiesa del cimitero dell’Osservanza di Faenza.

Come riferisce anche Fanpage, era presente, anche se in disparte, l’ex marito della donna, Claudio Nanni.

All’arrivo del feretro in chiesa c’erano alcune amiche di Ilenia, che indossavano delle scarpe rosse, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne.

La figlia Arianna ha scelto di leggere un messaggio per dare l’ultimo saluto alla madre.

L’ex marito è rimasto in disparte per tutto il tempo, ma è rimasto per l’intera cerimonia, nonostante le pesanti accuse a suo carico.

Secondo gli inquirenti, infatti, Claudio Nanni avrebbe assoldato un killer per uccidere l’ex moglie, proprio quando lui e la figlia erano lontani dal luogo del delitto, e quindi certi di avere un alibi.

Al momento, l’ex marito è l’unico indagato.