Home Casi Omicidio di Sestina, “Tuo figlio ha fatto un casino”: spunta un VIDEO...

Omicidio di Sestina, “Tuo figlio ha fatto un casino”: spunta un VIDEO inedito

CONDIVIDI

Un video inedito e cruciali testimonianze inchioderebbero Andrea Landolfi per la morte di Sestina Arcuri a Ronciglione.

Le immagini mandate in onda per la prima volta alla trasmissione ‘Chi l’ha visto’ mostrano Sestina viva poco prima della caduta. Cosa emerge dal video e dalle incredibili testimonianze di quella notte?

Omicidio Sestina, prove video e testimoni contro Landolfi?

Ecco tutti gli ultimi approfondimenti sul caso che presenta ancora molti lati oscuri: com’è morta Maria Sestina Arcuri?

La morte di Sestina: caduta accidentale o omicidio?

La morte di Maria Sestina Arcuri, una giovane donna si appena 26 anni, risale al febbraio 2019. La ragazza morì in seguito ad una caduta dalle scale della casa di Ronciglione la notte del 4 febbraio, come dichiarato dal suo fidanzato.

Andrea Landolfi e Sestina si trovavano nella casa della nonna di lui, Mirella Iezzi che testimoniò quanto affermato dal nipote.

Secondo le dichiarazioni del giovane lui è Sestina rientrarono a casa dopo una serata in un locale e caddero accidentalmente dalle scale. A quel punto lui non si sarebbe accorto della gravità del trauma cranico subito da Sestina chiamando i soccorsi solo molte ore dopo, intorno alle 6 della mattina.

La giovane arrivò in ospedale in condizioni disperate ed a nulla valsero i tentativi di salvarla.
La famiglia di Sestina ha sempre sostenuto che non si sia trattato di un incidente ma che la ragazza sia stata buttata dalle scale e siano stati ritardati internazionalmente i soccorsi.

I punti oscuri: l’analisi a Chi l’ha visto

Nella morte della 26enne a Ronciglione ancora molti elementi non risultano chiari.
La difesa di Landolfi si basa sulla testimonianza della nonna 82enne che si trovava in casa con i due ragazzi.

Le dichiarazioni della donna però risultano contraddittorie in molti punti, come dimostrato dai video dell’interrogatorio davanti al pm mandato in onda dalla trasmissione Chi l’ha visto.

La nonna di Andrea dichiara di essere uscita alle 2 da casa per recarsi al pronto soccorso, circostanza verificata.
La donna verrà medicata per tre costole rotte dichiarò lei da un pugno del nipote.

In seguito ritratterà tale punto ma si costituirà parte civile nel processo a carico di Landolfi.

La donna disse anche di aver visto i due ragazzi cadere dalle scale e di averli visti dopo salire in camera. Anche su questo punto si contraddisse in interrogatorio.

Perché nessuno chiamò i soccorsi, nè Andrea nè la nonna che si recò invece lei stessa al pronto soccorso?

Lella Iezzi ha rilasciato dichiarazioni al pm ad un mese dalla morte di Sestina. Dichiarazioni che che poi ha ritrattato in alcune parti, dicendo di avere una certa età. In quell’occasione il pm le ricordò che si era sempre dimostrata lucida.

A che ora sono rientrati? Verso mezzanotte e mezza dice lei, ma risulta falso. Il pm fa vedere il video delle telecamere 1.45 in Piazza Napoli.

Il video inedito: le ultime immagini di Sestina viva

Un altro punto contraddittorio è l’orario di rientro dei due ragazzi. La nonna dichiara intorno alla mezzanotte e mezza dice lei, ma tale punto risulta falso. Il pm fa vedere alla donna il video delle telecamere 1.45 in Piazza Napoli.

Questo video è stato mostrato per la prima volta nella scorsa puntata di Chi l’ha visto.
Il video è molto importante perché riprende Sestina ed Andrea poco dopo l’uscita dal pub: sono le ultime immagini della ragazza viva.

I due stanno chiaramente discutendo, lui ha un atteggiamento incalzante e lei si allontana, con loro c’è anche il figlio di Andrea. I due poi saliranno in auto e torneranno a casa non prima che manchino pochi minuti alle 2.

Ecco il video:

Inoltre la nonna dichiara che ha parlato diverso tempo prima della caduta con Sestina, ma il pm le fa notare che non può essere accaduto perché lei è uscita di casa alle 2.

Le due figlie inoltre raccontano di varie telefonate quella notte con la madre e con Andrea, in cui emerge chiaramente che la situazione di Sestina era chiaramente grave e che nonna e nipote decisero di non chiamare i soccorsi, forse per timore che portassero via il bimbo.

Roberta, la madre di Andrea dichiarerà in interrogatorio che la madre la sorella Monica la chiamò dicendole che qualcosa era accaduto.

“Tuo figlio ha fatto un casino”.

La Iezzi è indagata x omissione di soccorso, abbandono di incapace e falsa testimonianza.
In aula nessuna delle tre donne- nonna e le due figlie- hanno rilasciato dichiarazioni, poiché come riferito dagli avvocati, sono state acquisite le dichiarazioni già fornite in precedenza.

Le dichiarazioni della mamma di Andrea però come spiega la giornalista di Chi l’ha visto, non si possono usare perché si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

Ma passano ancora altre ore fino alle 5.56 chiamata pronto soccorso ma lei 26 anni delira vomita pii volte, perde sangue dall’orecchio, scambia lui per il figlio.

Quello che risulta chiaro è che Sestina cadde dalle scale intorno alle 2 mentre i soccorsi furono chiamati solo alle 5.56 e che l’autopsia confermò delle gravi lesioni al capo.
Dalle testimonianze della zia e della mamma di Andrea risulta che la ragazza vomitò più volte, delirava e perdeva sangue da un orecchio.

Il figlio di Andrea inoltre, avrebbe raccontato che fu il papà a lanciare la ragazza dalle scale. Cosa accadde davvero a Sestina?

Nelle prossime udienze sarà ascoltato anche Andrea Landolfi, accusato di omicidio come riporta ck12, ma potrebbe avvalersi a sua volta della facoltà di non rispondere.