Home Salute & Benessere Mangiare senza ingrassare si può: ecco 6 metodi infallibili

Mangiare senza ingrassare si può: ecco 6 metodi infallibili

CONDIVIDI

Ecco i 6 metodi infallibili per mangiare senza ingrassare.

mangiare senza ingrassare
mangiare senza ingrassare

Pranza tardi

Chiedere se è possibile ottenere una porzione più piccola (e più economica!) per il pranzo a cena. Oppure, scegli un antipasto come pasto; le porzioni sono – nella maggior parte dei casi – probabilmente monodose.

Impacchetta il cibo

Se ordini un pranzo, chiedi una scatola da asporto insieme al tuo pasto, quindi impacchettane almeno la metà prima di prendere il primo boccone.

Oppure, chiedi al cameriere di preparare metà del pasto prima che ti venga servito.

Salta il grasso

Chiedere che gli alimenti vengano grigliati o cotti al vapore anziché saltati o fritti.

Oppure, richiedi che il tuo antipasto sia cotto “a secco”, che è un ristorante che parla senza olio o burro aggiunti. Richiedi spicchi di limone o lime o alcune erbe fresche per aggiungere sapore.

Scegli saggiamente le verdure

Non tutti sono ugualmente sani. Gli spinaci saltati, per esempio, sono spesso saltati in goccioline di burro.

Se non sei sicuro di un piatto vegetariano, chiedi come è preparato. Oppure salta e scegli la pietanza al vapore o cruda.

Scegli i tuoi preferiti

Se vuoi davvero l’hamburger, vai avanti e prendilo, ma senza le patatine fritte. Prendi quel biscotto con gocce di cioccolato alla festa in ufficio, ma salta le patatine.

Attaccandoti solo alle pazzie che ami, soddisferai il tuo bisogno senza esagerare.

Resta con quello che sai

Nessuna informazione nutrizionale sul menu? Se è una catena nazionale, controlla prima il sito web del ristorante; la maggior parte rende disponibile il loro conteggio delle calorie in modo da poter essere preparati entrando.

O ricorrere a uno di questi pasti al ristorante che puoi mangiare senza colpa, controllati e approvati (con moderazione!).

Pertanto, metti in atto questi piccoli consigli, magari anche consultandoti con il tuo nutrizionista che può darti ulteriori ragguagli in merito.