Home News In arrivo la startup Swapfiets, sbarcherà a Milano entro fine anno

In arrivo la startup Swapfiets, sbarcherà a Milano entro fine anno

CONDIVIDI

Nel settore della mobilità sostenibile e condivisa è in arrivo un nuovo attore: Swapfiets, startup olandese per noleggio bici, ha deciso di investire in Italia, dove ha intenzione di sbarcare a Milano.

swapfiets

Swapfiets si differenzia dagli altri players perché alla base della sua offerta c’è il “modello Netflix”: al costo di un abbonamento mensile si ha a disposizione un mezzo a proprio uso esclusivo.

Swapfiets si espande dai Paesi Bassi a Londra, Milano e Parigi: la popolare Netflix dei Paesi Bassi offrirà il suo servizio di abbonamento di biciclette ai bikers di Londra, Milano e Parigi.

La strategia è volta a perseguire un’espansione di successo in Germania, Danimarca e Belgio.

Con la sottoscrizione di un abbonamento mensile Swapfiets offre una bici da trasporto e riparazioni o sostituzioni su richiesta.

A partire dalle bici olandesi a velocità singola, il servizio ora include anche bici con cambio e bici elettriche.

“Crediamo nella creazione di città vivibili fornendo servizi di mobilità tramite un abbonamento mensile”,

afferma Marc van Pappelendam, amministratore delegato di Swapfiets.

Il lancio del servizio a Londra arriva dopo il lancio di un simile programma di abbonamento per biciclette da parte della startup Buzzbike, che inizierà ad agosto con £ 29,99 al mese di noleggio di un veicolo da £ 600.

Swapfiets conta 200.000 membri nelle città dove è presente.

Con il motto “una bici sempre funzionante“, Swap promette di riparare gli appartamenti, sostituire le macchine rubate e persino sostituire le campane rotte entro, al massimo, 12 ore e di solito più velocemente.

Inizialmente rivolto agli studenti, la maggior parte degli abbonati al servizio nelle grandi città sono ora residenti tutti i giorni.

Swapfiets: profilo societario della start up

Fondata nella città di Delft nel 2014 da quattro studenti imprenditoriali, Swapfiets ha inizialmente autofinanziato la sua espansione, ma ha anche ricevuto investimenti dalla società olandese di venture capital a conduzione familiare Ponooc, specializzata in tecnologia verde.

Nei Paesi Bassi, Swapfiets offre una bici olandese standard per 15 € al mese e un modello più lussuoso per 19 €. (Gli studenti ottengono sconti.)

Swapfiets è di tendenza: nelle città c’è un crescente allontanamento dal possedere auto e biciclette e invece assumerle quando necessario.

Meglio conosciuta “mobilità come servizio” – o MaaS – questa tendenza include il car sharing in stile Zipcar e il salto con le bici da città in bike sharing.

La versione di Swapfiets è BaaS: “biciclette come servizio”: a Berlino, la società sta testando uno scooter elettrico con noleggio mensile.