Home Personaggi Giacomo Urtis, chi è chirurgo plastico dei VIP: vita, carriera e curiosità

Giacomo Urtis, chi è chirurgo plastico dei VIP: vita, carriera e curiosità

CONDIVIDI

Chi è il chirurgo plastico di molti VIP: biografia di Giacomo Urtis. Prediletto da tutte le star ma indagato per prelievi di sangue non autorizzati.

giacomo giovanni urtis biografia

Chi è il chirurgo dei vip Giacomo Urtis: vita carriera e curiosità del chirurgo più chiacchierato d’Italia.

Ospite di molti salotti televisivi tra cui quello di Barbara D’Urso ha partecipato alla dodicesima edizione del reality L’Isola dei Famosi ed è stato indagato per prelievi di sangue non autorizzati.

Cosa sappiamo su di lui.

Chi è Giacomo Urtis

Giacomo Giovanni Urtis è nato a Caracas, Venezuela, il 28 settembre 1977. In Venezuela ha trascorso i primi anni della sua vita per poi venire in Italia, ad Alghero in Sardegna, la terra natia dei suoi genitori.

Qui ha condotto i suoi studi scegliendo un percorso universitario di indirizzo medico: si è laureato all’Università di Sassari nel 2020 specializzandosi in Dermatologia e Venereologia. Ha continuato gli studi a Milano dove ha preso un Master in Chirurgia Estetica che gli ha permesso di diventare l’attuale guru della chirurgia estetica dei Vip.

Un bel ragazzo, preparato e volenteroso di sfondare nel suo campo con molta grinta e passione: Urits è presto diventato il chirurgo fidato di moltissimi Vip operando sia a Roma che a Milano.

La sua azienda si chiama ‘Dr. Urtis Clinic’ ed è formata da una fitta rete di specialisti in Chirurgia e Medicina Estetica oltre che in Dermatologia. Una Clinica è a Roma, una a Milano e recentemente ha aperto un centro specializzato in dimagrimento a Sassari. Fuori dai confini nazionali ha anche un centro a Londra dove ha potuto promuovere e lanciare la sua personale linea di cosmetici: ha riscosso gran successo.

Chirurgo e personaggio televisivo

Giacomo Urtis in poco tempo ha iniziato a diventare famoso sia per i suoi lavori sia perché ha partecipato a molti talk show, reality e programmi televisivi.

Si legge su Chiecosa.it che Urtis ha recitato nella web serie di Lory del Santo chiamata The Lady e ha anche partecipato ad un servizio di Le Iene sulla bellezza e l’estetica.

Partecipa oramai regolarmente come opinionista televisivo nel suo campo e ha avviato molte collaborazioni con diverse riviste.

Dopo aver preso lezioni di canto per due anni si è anche cimentato nel mondo della musica incidendo la canzone ‘Tia’, un singolo cantato in lingua spagnola le cui riprese sono state girate nella ex casa di Madonna.

Amori, clienti VIP e l’indagine della polizia

Al momento Giacomo è single ma in passato ha avuto una relazione con Rodrigo Alves, oggi diventato Jessica Alves, conosciuti da molti in televisione per essere ‘Il Ken Umano’.

Tra i clienti Vip di Giacomo Urtis è possibile individuare facilmente dalle fotografie pubblicate sui social attori, influencer, personaggi dello spettacolo come Selvaggia Roma, Taylor Mega, Francesca cipriani, Francesca Tocca, Mara Venier e Francesca Brambilla.

Giacomo Urtis è stato recentemente indagato dai carabinieri di Milano per prelievi di sangue non autorizzati: il chirurgo dei Vip utilizza una speciale tecnica per trapianto e ricrescita dei capelli che prevede il prelievo e la centrifuga del proprio sangue per poi essere iniettato nel cuoio capelluto del paziente.

Il NAS dei carabinieri sostiene che non ha le autorizzazioni per farlo. La procura di Milano afferma che Urtis l’ha fatto senza alcuna autorizzazione legale e a scopo di lucro presso la clinica estetica Villa Arbe. Sotto indagine sia Urtis che la clinica e i dirigenti della struttura.

Urtis dichiara di essere iscritto all’albo dei medici di Sassari ma nel 2017 la SICPRE, Società italiana di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica, lo ha etichettato come:

non chirurgo né plastico né estetico.

Si legge su Milano.Corriere.it che l’associazione sostiene che Urtis si sia appropriato di una qualifica medica che non possiede. Giacomo Urtis, risentito di quest’accusa che ritiene falsa, ha sporto denuncia contro l’associazione per diffamazione.