Home Spettacolo Gerry Scotti denuncia prima del programma: ‘Responsabili americani…’

Gerry Scotti denuncia prima del programma: ‘Responsabili americani…’

CONDIVIDI

The Wall, Gerry Scotti svela un retroscena sul noto programma: “Responsabili americani venuti con l’ansia”

Gerry Scotti
Gerry Scotti

Nella fascia preserale di Canale 5 tornano le repliche dell’amatissimo programma ‘The Wall‘ condotto da Gerry Scotti.

In merito alla trasmissione, il conduttore pavese ha svelato un retroscena: una curiosità legata alle riprese del game show di Mediaset.

Gerry Scotti, retroscena su The Wall

E’, senza alcun dubbio, uno dei volti più amati del piccolo schermo. Gerry Scotti è riuscito a conquistare i telespettatori per la sua professionalità e soprattutto per la sua bontà d’animo. Di recente, è stato protagonista delle voci di gossip per alcune dichiarazioni rilasciate al settimanale Nuovo da parte di un ex ballerino professionista di Amici di Maria De Filippi. 

Dal 2017, è al timone di ‘The Wall‘ basato sull’omonimo format statunitense trasmesso sulla NBC. Dalla scorsa settimana, il programma torna in onda subentrando alle repliche di Avanti un Altro!. Il conduttore su TelePiù racconta qualche curiosità legata alle riprese della nota trasmissione americana: ecco le sue parole.

Le parole del conduttore pavese

L’amatissimo conduttore ha svelato un retroscena legato a ‘The Wall‘. A tal proposito, il conduttore ha dichiarato:

“E’ quello che si chiama format blindato. I responsabili americani sono venuti qui con mille ansie e sono andati via dandomi grande pacche sulle spalle.”

Inoltre, svela anche qual è la sua parte preferita ossia la caduta delle sfere che si verifica quando il concorrente in gara sceglie di giocare la caduta su posizioni ad alto rischio, calcolando le risposte giuste date dal partner.

“La parte che mi piace di più di questo gioco è quella fanciullesca e meccanica, la caduta delle sfere. Poi, certo, se c’è anche un po’ d’astuzia è meglio.”

Il volto noto di Canale 5 conclude precisando che il muro gli ricorda tanto i giochi di quando era ragazzino.