Home Spettacolo Flavio Insinna, dopo il licenziamento lo sfogo rabbioso sui social – VIDEO

Flavio Insinna, dopo il licenziamento lo sfogo rabbioso sui social – VIDEO

CONDIVIDI

Il conduttore de L’Eredità ha voluto gridare a tutti il suo pensiero dopo il licenziamento in tronco: Flavio Insinna è con gli invisibili.

Ancora una volta il conduttore de L’Eredità, Flavio Insinna, ha voluto gridare con rabbia il suo sdegno e il suo pensiero contro chi non rispetta la Costituzione.

Flavio Insinna, lo sfogo dopo il licenziamento

Il conduttore non poteva stare in silenzio: sui social ha preso letteralmente le parti delle persone più deboli, gli invisibili spesso dimenticati dalla istituzioni.

Flavio Insinna, contro le ingiustizie

Il conduttore de L’Eredità non ha potuto fare a meno di gridare il suo sdegno: Flavio Insinna si è schierato dalla parte di chi purtroppo viene licenziato da un momento all’altro perdendo il lavoro essenziale al fabbisogno quotidiano in un’età in cui è difficile, se non impossibile, trovare un’altra occupazione.

In particolare, Flavio – come si legge nella didascalia- fa riferimento ai lavoratori della Whirlpool licenziati in gran numero nella sede di Napoli.

Flavio però, nel video-appello, si dice vicino ai diritti degli INVISIBILI, ovvero tutte le persone che spesso non vengono considerate dallo stato e finiscono per subire ingiustizie vanificando i diritti garantiti dalla Costituzione.

Flavio con Aboubakar Soumahoro

Ci sono tantissime persone che purtroppo subiscono ingiustizie tremende che feriscono nella dignità e costringono persone a fare una vita ai margini della società diventano pertanto ‘rifiuti invisibili’.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)


Aboubakar ha denunciato la situazione precaria in cui sono costretti a vivere tantissime persone che purtroppo si sono trovate senza lavoro da un giorno all’altro per via della decisione della Whirlpool.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Aboubakar Soumahoro (@aboubakar_soum)


L’appello di Flavio si spera sia utile a sensibilizzare le istituzioni affinché chi ha perso il lavoro possa presto ricevere aiuti economici reali, tempestivi e soprattutto un altro lavoro con il quale ritornare ad avere la dignità sottratta.