Home News Coronavirus, Trump: ‘Vaccino tra 4 o 8 settimane’. Germania mette i freni

Coronavirus, Trump: ‘Vaccino tra 4 o 8 settimane’. Germania mette i freni

CONDIVIDI

Trump sembra sicuro che gli americani avranno a breve un vaccino anti Covid-19 ma la Germania non è d’accordo: ‘Niente scorciatoie’.

Trump vaccino anti covid-19 a breve

Trump assicura che l’America avrà un vaccino anti Coronavirus a breve: 4 o 8 settimane al massimo.

La Germania frena l’impeto del presidente americano ribadendo che nessuno dovrebbe prendere scorciatoie in merito: la sicurezza è la parola chiave, non la fretta.

Trump, vaccino per tutti gli americani a breve

Il presidente Donald Trump afferma che gli USA saranno molto presto in possesso di un vaccino anti Coronavirus.

Precisa in una dichiarazione rilasciata nella Town Hall a Philadelphia:

in settimane, potranno essere 4 oppure 8, ma lo avremo. Siamo molto vicini.

Secondo i calcoli quindi il vaccino arriverebbe giusto in tempo prima delle elezioni presidenziali di novembre.

Trump ha negato di aver fatto pressioni sulla Fda per motivi politici: non ha accelerato o forzato le sperimentazioni in vista delle prossime elezioni.

Si legge su SkyTG24 che ha infatti ribadito:

non lo faccio per ragioni politiche, voglio solo il vaccino velocemente

Secondo Trump sono vicinissimi a trovare un’efficace versione del vaccino anti covid-19 e ha anche sottolineato che appena sarà disponibile sarà immediatamente distribuito a tutta la popolazione.

Il presidente americano candidato al premio Nobel ha gettato sfiducia sulla precedente amministrazione facendo notare che a quei tempi per ottenere un vaccino ci sarebbero voluti anni a causa dell’Fda, della burocrazia e dei permessi.

Ora invece, sotto il suo comando, sono vicini alla cura.

La Germania non è d’accordo con le tempistiche americane nella distribuzione del vaccino: la ministra Karliczek dubita fortemente che per gli USA sia la sicurezza al primo posto anziché la fretta.

Germania punta sulla sicurezza: ‘Non prima di metà 2021’

La Germania pone subito un freno all’entusiasmo del presidente Trump:

Non prenderemo scorciatoie rischiose

Secondo la Ministra dell’Istruzione e della Ricerca Anja Karliczek il vaccino potrà essere disponibile per molte persone soltanto da metà del 2021 e solo se le cose continueranno ad andare per il verso giusto.

L’aspetto centrale della ricerca del vaccino contro il coronavirus è la sicurezza e l’efficacia del farmaco, non la fretta di produrne uno.

Il mondo aspetta trepidante una cura che possa mettere la parola fine a questa pandemia globale. Il Covid-19 ha messo in ginocchio economie, strutture sanitarie e interi paesi ma in Europa non saranno prese scorciatoie per trovare una cura.

Il governo tedesco sembra fiducioso e speranzoso che, se non ci saranno imprevisti, si arriverà presto a trovare un vaccino anti coronavirus ma non con le tempistiche proclamate da Donald Trump.

Europa e Germania non prenderanno la strada della fretta bensì quella della sicurezza:

Dobbiamo essere pronti al fatto che non ci sarà un vaccino fino alla metà del prossimo anno

Il Ministro della Salute Spahn ha anche precisato che ci sarà una vaccinazione volontaria e non obbligatoria quando sarà disponibile il vaccino.

È stato stimato che per ottenere un’immunità di gregge sarà necessario che almeno il 56% dei cittadini scelga di vaccinarsi.