Home News Bonus baby sitter 1.200 euro per nonni e zii: come fare per...

Bonus baby sitter 1.200 euro per nonni e zii: come fare per ricevere l’accredito dell’INPS

CONDIVIDI

Bonus Baby Sitter per i nonni: gli ultimi aggiornamenti dell’INPS.

Inps -fonte: inps.it

Il decreto Rilancio (articolo 72, decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34), ha modificato le precedenti disposizioni del Decreto Cura Italia, prevedendo un bonus baby sitter e per l’iscrizione ai centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia.

La Circolare INPS n.73 chiarisce che il bonus Baby Sitter da 1200 euro può essere destinato anche a parenti, purché non vivano nella stessa casa del minore.

L’importo massimo da 1.200 euro può essere utilizzato per prestazioni di assistenza e sorveglianza dei figli sotto i 12 anni nel periodo di chiusura della scuola e può essere indirizzato anche ai propri familiari, purché non coabitanti.

Come chiarisce la stessa Circolare INPS n.73 è possibile usufruire del beneficio economico mediante il Libretto Famiglia.

In alternativa, è prevista ex novo la possibilità di optare, per una parte o anche per tutto l’importo spettante, di una somma che verrà accreditata direttamente al richiedente, per la comprovata iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

Bonus Baby Sitter per i nonni: requisiti soggettivi

I bonus per i servizi di baby-sitting e per l’iscrizione ai centri estivi spettano alla seguente platea di beneficiari:

  • dipendenti del settore privato;
  • lavoratori autonomi iscritti all’INPS;
  • soggetti iscritti in via esclusiva alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335;
  • lavoratori autonomi non iscritti all’INPS;
  • lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alle seguenti categorie:
  1. medici;
  2. infermieri;
  3. tecnici di radiologia medica;
  4. tecnici di laboratorio biomedico;
  5. operatori sociosanitari.

La fruizione dei bonus baby sitter e per l’iscrizione ai centri estivi riguarda anche il personale dei comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico, impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica.

Riguardo al personale del servizio sanitario nazionale (ad esempio, medici di base, pediatri delle ASL), la Circolare INPS precisa che i medesimi, difettando il presupposto della subordinazione e configurandosi un rapporto di lavoro autonomo libero-professionale, gli stessi non possono essere assimilati ai dipendenti pubblici nel settore sanitario.

I bonus per i servizi di baby-sitting e per l’iscrizione ai centri estivi spettano in presenza di figli minori fino a 12 anni di età alla data del 5 marzo 2020.

In presenza di figli con disabilità in situazione di gravità non si tiene conto del predetto limite d’età.

Bonus Baby Sitter per i nonni: è possibile fruirlo tramite il Libretto Famiglia?

Per poter fruire del bonus per i servizi di baby-sitting, tramite il Libretto Famiglia, il genitore beneficiario e il prestatore devono preliminarmente registrarsi sulla piattaforma delle prestazioni occasionali, accessibile sul sito www.inps.it , ed effettuare l’appropriazione del bonus e la rendicontazione delle prestazioni.

Come stabilito dalla normativa e come precisato dalla Circolare INPS n.73 possono essere remunerate tramite il Libretto Famiglia le prestazioni lavorative di baby-sitting svolte a decorrere dal 5 marzo 2020 e sino al 31 luglio 2020.

Le prestazioni svolte nel periodo sopra indicato potranno essere comunicate dal genitore beneficiario sulla piattaforma delle prestazioni occasionali entro la data del 31 dicembre 2020.

Bonus Baby Sitter per nonni: come presentare la Domanda?

L’accesso alla domanda online di bonus per servizi di baby-sitting per i nonni è disponibile nella homepage del sito www.inps.it al seguente indirizzo: sezione “Servizi online” > “Servizi per il cittadino” > autenticazione con una delle credenziali di seguito elencate > “Domanda di prestazioni a sostegno del reddito” > “Bonus servizi di baby- sitting”.

Per poter presentare la domanda, il richiedente dovrà autenticarsi ai servizi INPS tramite queste credenziali:

  • PIN ordinario o dispositivo rilasciato dall’INPS;
  • Carta nazionale dei servizi (CNS);
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE).

La domanda per richiedere il Bonus Baby Sitter deve essere presentata all’INPS in base ai seguenti orari giornalieri:

  • dalle ore 8 alle ore 16 per Patronati e Intermediari abilitati,
  • dalle ore 16 alle ore 8 i servizi per i cittadini, che potranno operare utilizzando le credenziali di accesso attualmente disponibili.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”