Home News Attentato a Vienna, ecco i tre giovani eroi che hanno salvato una...

Attentato a Vienna, ecco i tre giovani eroi che hanno salvato una anziana e un poliziotto

CONDIVIDI

Nella grande tragedia dell’attentato a Vienna ci sono anche tre giovani eroi che non hanno esitato a salvare la vita ad una anziana e un poliziotto.

Attentato a Vienna, ecco i tre giovani eroi che hanno salvato una anziana e un poliziotto

Sono definiti tre eroi in Austria dopo l’attentato di Vienna per aver salvato la vita a due persone che erano nel mirino del commando degli attentatori. Ecco chi sono.

Chi sono gli eroi di Vienna

Le pagine dei giornali locali parlano di quanto accaduto a Vienna ma evidenziano tre nomi che hanno salvato la vita a tre persone dalle mani degli aggressori, mettendo in pericolo la loro.

Si tratta di due ragazzi turchi Mikail Ozen e Recep Tayyip Gultekin che sono lottatori di Mma. I due amici erano usciti a bersi un caffè l’ultima sera prima del lockdown. Il terzo eroe è il palestinese di 23 anni Osama Joda che era a lavoro presso il Mc Donald’s.

I tre ragazzi si sono trovati in mezzo all’attacco terroristico e sono intervenuti immediatamente portando in salvo non solo una anziana signora  ma anche uno dei poliziotti, ora ricoverato in terapia intensiva:

“abbiamo aiutato perché dovevamo farlo”

Come ha raccontato uno dei lottatori sul suo profilo social:

“noi musulmani di origini turche aborriamo ogni tipo di terrore. siamo per l’austria e per vienna, rispettiamo vienna”

Ha voluto evidenziare mettendo in evidenza di come certe ideologie non siano assolutamente condivise e sposate.

Il salvataggio del poliziotto

I due lottatori turchi non hanno esitato un attimo e hanno subito portato in salvo una signora anziana. Successivamente si sono resi conto del poliziotto ferito e hanno fatto da scudo portandolo all’ambulanza più vicina.

Uno dei due ragazzi è rimasto ferito ad una gamba, ma non si è recato in ospedale per lasciare spazio a tutte le persone ferite durante l’attacco.

Il giovane palestinese invece era a lavoro presso il fast food ed è stato il primo a soccorrere il poliziotto ferito portandolo dietro una panchina e dato il primo soccorso cercando di fermare la sua emorragia prima dell’intervento dei due lottatori.