Home Salute & Benessere Assorbenti interni causano la Sindrome da shock tossico. Cos’è la TSS e...

Assorbenti interni causano la Sindrome da shock tossico. Cos’è la TSS e come evitarla

CONDIVIDI

Usare male o troppo l’assorbente interno potrebbe provocare la Sindrome da shock tossico: scopri cos’è e come evitare che accada.

"assorbenti

La Sindrome da shock tossico è un disturbo pericoloso diffuso principalmente tra le donne che utilizzano gli assorbenti interni durante il ciclo mestruale.

Usare gli assorbenti interni aumenta esponenzialmente la possibilità di contrarla.

Scopri cos’è la Sindrome da shock tossico (TSS cio) e come utilizzare al meglio i tamponi interni per evitare di contrarla.

Sindrome da shock tossico: cos’è e perché viene?

Qualcuna ha mai letto tutto il foglietto illustrativo fornito nella scatola dell’assorbente interno che di solito utilizzate?

Se lo aveste fatto sareste già a conoscenza della concreta possibilità di contrarre questa malattia utilizzando troppo, o nel modo sbagliato, gli assorbenti interni.

Buona parte delle donne li preferisce a quelli esterni oppure alla coppetta mestruale perché risultano più pratici e comodi.

Utilizzare gli assorbenti interni nel modo errato è una delle cause della sindrome da shock tossico: una rara e grave malattia.

Questa sindrome è la risposta aggressiva del nostro organismo all’attacco d alcuni batteri in particolare: stafilococchi e streptococchi.

Usare nel modo sbagliato gli assorbenti interni potrebbe escoriare la vostra mucosa interna e renderla terreno fertile dove i batteri possono proliferare.

Anche indossarli per troppe ore è pericoloso: il sangue mestruale deve essere espulso e non deve “marcire” ore e ore all’interno del vostro corpo.

È una sindrome che tende ad essere recidiva soprattutto se non curata adeguatamente.

I sintomi della sindrome da shock tossico si manifestano all’incirca dopo il secondo o terzo giorno di flusso mestruale. Sono i seguenti:

  • febbre alta e improvvisa
  • Vomito e/o diarrea
  • rush cutaneo
  • dolori muscolari diffusi non concentrati solo nella zona addominale
  • mucosite
  • stato confusionale
  • nei casi peggiori collasso multi organo, coma e morte

Questa sindrome è rara e statisticamente si muore solo nel 3% dei casi.

Solitamente non tutti i sintomi si manifestano, infatti si inizia quasi sempre con l’apparizione di febbre alta, malessere e stato confusionale. Possono successivamente comparire gli altri sintomi oppure no, dipende da caso a caso.

Può colpire anche donne che hanno abortito recentemente o subito un’operazione chirurgica.

Cosa fare per non contrarre la TSS?

Senza dubbio per evitare di contrarre la Sindrome da shock tossico (TSS) sarebbe opportuno non utilizzare affatto gli assorbenti interni.

Se non volete rinunciarvi è meglio utilizzarli soltanto all’esigenza vera e propria.

Ecco cosa dovete fare per evitare di ammalarvi contraendo la TSS:

  1. Non indossate gli assorbenti interni per più di 4-5 ore
  2. Alternate l’uso di quelli interni ed esterni nel periodo mestruale
  3. Lavatevi sempre le mani prima e dopo avere inserito/estratto l’assorbente interno
  4. Non usare tamponi interni se hai ferite o escoriazioni interne ed esterne alla vagina
  5. Se puoi scegliere è meglio indossare quelli esterni
  6. Evitare di utilizzare il tampone durante lo spotting pre e post mestruale
  7. Utilizzate tamponi della dimensione e capacità assorbente adatti al vostro flusso. Così sarete salve dalle escoriazione della mucosa interna!
  8. Inserite e rimuovete il tampone esterno nel modo corretto spiegato nel foglietto illustrativo.