Home Casi Alex Zanardi, settimana decisiva: possibili danni neurologici. La sua vita appesa a...

Alex Zanardi, settimana decisiva: possibili danni neurologici. La sua vita appesa a un filo

CONDIVIDI

Inizia una settimana decisiva per Alex Zanardi, il campione paralimpico coinvolto in un drammatico incidente in handbike lo scorso venerdì.

alex zanardi

Le condizioni dell’ex pilota di Formula sono stazionarie, ma ancora gravi. Si valuta un risveglio dal coma farmacologico la prossima settimana. Accanto ad Alex Zanardi, la moglie Daniela ed il figlio Niccolò.

Le condizioni del campione

La vita di Alex Zanardi è appesa a un filo. Come riferisce anche Fanpage, in tarda mattinata verrà diramato un nuovo bollettino medico sulle condizioni del campione.

L’ex pilota è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Le Scotte di Siena. In coma farmacologico, intubato e ventilato, si apre per Zanardi una settimana decisiva.

La stabilità delle sue condizioni è comunque un fattore positivo. Più tempo passa, più aumentano le speranze che Zanardi possa farcela.

Il campione ha subito un’operazione di chirurgia maxillo-facciale per la ricostruzione del volto e la ricomposizione delle lesioni subite dopo l’impatto con il camion che viaggiava in direzione opposta.

Accanto a lui ci sono sempre la moglie Daniela ed il figlio Niccolò,

“Non sappiamo come ce lo ridaranno. Alex lotta e noi con lui. Se i parametri vitali non si complicheranno allora potremo dire di avere una speranza in più, un’alta possibilità che ce la faccia. Dipende da come si risveglierà”

ha raccontato la cognata in un’intervista a La Repubblica.

Aperta un’inchiesta

È possibile che nei prossimi giorni lo staff medico che sta seguendo il campone, decida di sospendere i farmaci che lo tengono in coma, così da valutare la reazione del suo corpo.

Sarà importante valutare anche i danni neurologici e non è escluso che possa rendersi necessario un altro intervento chirurgico.

Intanto, la Procura di Siena ha iscritto nel registro degli indagati il camionista che si è scontrato con il campione. Gli inquirenti stanno valutando anche l’organizzazione dell’evento e la parte logistica relativa al sistema di sicurezza.