Home Spettacolo Alessia Marcuzzi, il retroscena da brividi sulla malattia di Nadia Toffa

Alessia Marcuzzi, il retroscena da brividi sulla malattia di Nadia Toffa

CONDIVIDI

La conduttrice de Le Iene ha voluto rivelare adesso un retroscena su Nadia Toffa: Alessia Marcuzzi rompe il silenzio.

A Tv Sorrisi e Canzoni, Alessia Marcuzzi ha rivelato un retroscena inedito sulla scomparsa di Nadia Toffa. La conduttrice de Le Iene confessa solo ora un triste ricordo.

Nadia Toffa, il retroscena rivelato da Alessia Marcuzzi

Non morirà mai Nadia: Alessia è solo una delle tante persone che la ricorderà per sempre. Ecco cosa ha raccontato nell’ultima intervista.

Alessia Marcuzzi, il retroscena sulla scomparsa di Nadia

Al noto magazine Alessia Marcuzzi, che fa parte delle Iene da oltre 20 anni, ha confessato che non dimenticherà mai il giorno in cui nel 2001 Davide Parenti la scelse come conduttrice, sostituendo la amatissima Simona Ventura.

Però, come molti ricordano, nel 2006 abbandonò temporaneamente il programma per passare alla conduzione del Grande Fratello. Nel 2018 è tornata alle origini. Cos’è cambiato da allora?

C’è meno leggerezza nel parlare delle cose, usando termini che difficilmente possono essere travisati. Nel periodo in cui lei non faceva parte de Le Iene, a prendere il suo posto è stata Ilary Blasi, che per anni è stata rimasta al timone del programma.

Molti programmi hanno avuto il privilegio di avere tra le conduttrici sia lei che la Blasi. Alessia spiega tutto questo col fatto che entrambe, evidentemente, hanno “corde simili”.
Amica oltre che collega, Ilary le ha fatto anche un videomessaggio per il suo ritorno a casa. Alessia commenta così il gesto:

“È stata carina, era una cosa bella”.

Ma c’è una persona che ha fatto tanto per lei nel programma: Nadia Toffa.

Il gesto di Nadia per Alessia

Non può parlare delle Iene senza ricordare Nadia. Non si vedevano spesso pur lavorando nella stessa redazione perché lei vive a Roma, mentre la compianta Nadia viveva a Milano.

Con i servizi di messaggistica moderni però le due restavano in contato. Si scambiavano

“foto di fiori, vignette, frasi divertenti”.

Alessia, inoltre, rivela un particolare della sua malattia e di quello che Nadia le lasciava trapelare (sia ad Alessia che agli stessi colleghi):

“Non sapevo che fosse arrivata al limite”.

Parenti scelse proprio lei per dare l’ultimo saluto a la iena. Saluto che fu però molto doloroso: una grande prova per lei trattenere l’emozione.
Alessia temeva di dire cose sbagliate, sapeva che molti amavano Nadia e non voleva essere da meno nel ricordarla:

“La notte sognavo che ero nei boschi a fare fotografie, mi accadevano cose strane”

Prima di entrare crollò in studio in pianto liberatorio e poi dimenticò tutto quello che avrebbe dovuto dire:

“Le cose che ho detto sono uscite da sole, mi ha accompagnato lei, Nadia”.

Sicuramente è stata la prova televisiva più difficile per Alessia.