Il via per i Bonus INPS stagionali di 1600 euro: requisiti e come funziona

L’Inps ha messo a disposizione il servizio online per richiedere i bonus 1600€ per chi non ha mai utilizzato l’indennità in passato.

A dare La notizia è stata proprio l’Inps con una sua comunicazione diffusa sul sito.

Il servizio è attivo anche per quanto riguarda le indennità per pescatori autonomi e operai agricoli.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su i bonus INPS stagionali.

Bonus Inps stagionali: quando sono previsti i pagamenti?

Come la maggior parte saprà, non è stata ancora annunciata la data ufficiale dell’arrivo dei pagamenti del bonus da 1600€. 

Ma attraverso i social alcune persone hanno rivelato che nel proprio fascicolo Inps è apparsa la data di accredito per il 29 giugno 2021.

Nonostante questo, tantissime persone sono furiose per i mancati pagamenti con clamorosi ritardi del bonus 2400€. 

La cosa che fa più infuriare è che da parte dell’Istituto è calato un silenzio tombale. 

L’Inps, solamente pochi giorni fa ha dichiarato che i pagamenti si sarebbero sbloccati tra il 29 e il 21 giugno. 

Purtroppo però, per i versamenti effettivi passeranno ancora altri giorni. 

Bonus Inps stagionali: chi può beneficiare del bonus? 

L’istituto ci tiene a sottolineare che solamente alcune categorie di lavoratori possono beneficiare del bonus da 1600 euro, ma alla fine sono gli stessi che hanno fruito del bonus da 2400 euro, come: 

  • addetti allo spettacolo;
  • lavoratori occasionali autonomi;
  • stagionali settore turismo;
  • lavoratori in somministrazione sia del settore turistico che di altri settori;
  • venditori porta a porta;
  • intermittenti

Il bonus stagionale da 1600€ può richiederlo anche chi non aveva fatto la richiesta precedente. 

Bonus Inps stagionali: la domanda per i 1600 euro

Il servizio è disponibile anche per pescatori autonomi e operai agricoli.

Il bonus 1600 euro va ad aggiungersi alla indennità onnicomprensiva da 2400 euro, di cui la possibilità per presentare domanda per quest’ultimo è spirata il 31 maggio 2021. 

L’Inps con il messaggio n. 2309/2021 ha rivelato che la domanda di quelle persone che hanno usufruito al ristoro precedente, sarà riconosciuta in automatico e L’Inps provvederà all’erogazione. 

Invece chi non ha fruito del bonus dei 2400 dovrà presentare la domanda con le istruzioni fornite dall’Inps. 

Purtroppo non è ancora stata resa nota la procedura, ma si ipotizza che sia la stessa della precedente, ovvero tramite la modalità telematica utilizzando il sito istituzionale dell’INPS.

Bonus Inps stagionali: incompatibilità

Il messaggio Inps 2309/2021, rivela che i bonus non sono cumulabili tra di loro, può essere percepito un sola volta. 

Il bonus 1600 euro è incompatibile con il reddito di emergenza e con tutte le altre forme di pensionamento escluso l’assegno ordinario di invalidità. 

Per tutto il periodo in cui si usufruisce del bonus non saranno riconosciute le prestazione a titolo di contribuzione figurativa e non si potrà neanche avere diritto all’assegno al nucleo familiare.

Invece, per quanto riguarda i nuclei familiari che percepiscono il Reddito di cittadinanza, devono sapere che il bonus lo va ad integrare fino a portarlo all’importo massimo di 1600 euro.  

Bonus Inps agricoli e pescatori: i requisiti

Il bonus agricoli è stato introdotto a favore di chi lavora nel settore agricolo a tempo determinato con minimo 50 giorni di lavoro per tutto l’anno 2020, di cui l’importo spettante è di 800€.  

L’unico requisito per ricevere il bonus è che al momento della domanda i futuri beneficiari non siano intestatari di un contratto di lavoro indeterminato subordinato e né titolari di alcun tipo di pensione.

Per i pescatori autonomi hanno diritto al bonus se esercitano la pesca in mare o nelle lagune, in pratica nelle acque interne. 

Anche per loro ci sono dei requisiti, infatti non possono essere titolari di pensioni e non possono essere iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria. 

L’importo previsto per loro è di 950€. 

Purtroppo ci sono delle incompatibilità con il reddito di cittadinanza, reddito di emergenza, l’assegno di invalidità e con le altre indennità. 

Infine il bonus omnicomprensivo e i bonus agricoli e pescatori non sono cumulabili.

Leggi anche –> Tutto sul Bonus pc e tablet da 500 euro: requisiti e come richiederlo