Whatsapp, la Postale lancia l’allarme: non rispondere ad un sms che chiede un codice

Questa nuova truffa di Whatsapp consentirà ai malviventi di prendere possesso del vostro account attraverso un codice.

Whatsapp
I truffatori proveranno a rubarvi il vostro profilo Whatsapp

Viene chiamata truffa del codice di Whatsapp e, stando a quanto riportato dalla Polizia Postale, essa circola soprattutto nei gruppi Facebook. Nonostante tutte le precauzioni però, i casi della truffa, che va avanti da anni, sarebbero in aumento nell’ultimo periodo.

I cyber criminali si faranno mandare il codice di Whatsapp tramite sms

Il modus operandi di questi cyber criminali è praticamente sempre lo stesso. Dapprima contattano la potenziale vittima tramite sms fingendosi un loro parente e successivamente, quindi, chiedono l’invio di un numero a sei cifre che avranno fatto recapitare in precedenza.

E così, infatti, Whatsapp manderà alle vittime il predetto codice che però ignorano completamente che così avranno dato le “chiavi” del loro account ad un estraneo. Questo metodo fu ideato direttamente dalla piattaforma messaggistica per chi cambia telefono.

Conoscere solo il numero di cellulare non sarà sufficiente per rubare l’account

Utilizzando questo sistema è infatti possibile trasportare il proprio account su di un altro telefono cellulare. Senza utilizzare il codice per i “furbetti” sarà impossibile entrare nel vostro account anche conoscendo il vostro numero.

Sfortunatamente però, a volte basta una semplice domanda come “ti ho inviato un codice per errore, potresti ridarmelo?” a far perdere per sempre il vostro account. Come raccontato dalla Postale, infatti, questi criminali puntano soprattutto sull’ingenuità delle vittime.

Rubato un account, quindi, i truffatori faranno lo stesso stratagemma a tutta la rubrica della loro vittima finchè non troveranno qualcuno che ha salvato i dati della propria carta di credito. Oppure, in certi casi, scrivendo ad uno nostro amico potranno chiedere di anticipargli i soldi per un acquisto online, soldi che, ovviamente, non verranno mai restituiti.

Leggi anche —> Whatsapp, scoperto un nuovo e pericoloso trucco