Home News 2 novembre, le regole da rispettare al cimitero per la visita ai...

2 novembre, le regole da rispettare al cimitero per la visita ai defunti

CONDIVIDI

Per entrare al cimitero sarà necessario indossare la mascherina e saranno monitorati gli accessi in modo da evitare assembramenti.

cimitero
Diverse città hanno preso precauzioni per evitare assembramenti nei cimiteri.

Questo novembre, a causa della pandemia ancora in corso, non sarà un giorno dei defunti come gli altri anni. Sono diverse, infatti, le città in cui sono state imposte delle misure di sicurezza.

Per accedere al cimitero a Palermo sarà necessaria la prenotazione

La situazione, come possiamo vedere, cambia da città a città, ad esempio a Milano non vi saranno gli ingressi contingentati. Storia diversa, invece, a Palermo dove sarà addirittura necessaria la prenotazione per accedere al cimitero. Per quanto riguarda Roma, la città ha spalmato la celebrazione in più giorni aggiungendone persino una dedicata ad Alberto Sordi.

La festa della commemorazione dei defunti del 2 novembre è particolarmente sentita in Italia. Una grande tradizione diffusa in ogni regione da nord a sud. Quest’anno la celebrazione è caduta di lunedì, rendendo di conseguenza quest’ultima una due giorni.

Sarà obbligatorio indossare la mascherina e rispettare le distanze

Ma nonostante tutto resta non poco difficile all’epoca della pandemia far visita ai propri cari. Come anticipato, per le norme anti covid ogni Regione ha fatto da se introducendo regole proprie. Le uniche due certezze valide per ogni parte d’Italia è l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto, rispettare il distanziamento sociale ed avere sempre con se un igienizzante per le mani.

Ogni città, quindi, farà poi rispettare un proprio regolamento salvo che il governo fornisca un nuovo Dpcm valido per il 2 novembre. Come detto a Milano non vi saranno ingressi scaglionati. Inoltre lunedì si svolgerà la celebrazione ai nuovi benemeriti iscritti nel Famedio del cimitero Monumentale, che però sarà priva di pubblica e trasmessa via streaming.

Roma, dal canto suo, avrebbe potenziato le navette che portano al cimitero oltre ad aver consentito l’accesso al pubblico fino ad un ora prima della chiusura.