Home Cronaca Zogno, 66enne muore schiacciato dal suo stesso furgone: andava a caccia

Zogno, 66enne muore schiacciato dal suo stesso furgone: andava a caccia

CONDIVIDI

Tragico incidente avvenuto all’alba, un 66enne è stato sbalzato fuori dal furgone e poi investito. I dettagli della terribile vicenda.

Incidente all'alba: morto 66enne
Fonte: iStock

L’uomo si stava preparando per andare a caccia, ancora mistero sulle cause del tragico incidente stradale. Ecco cosa è emerso fino ad ora dalle indagini.

Incidente drammatico a Bergamo all’alba

Una notizia drammatica è giunta questa mattina domenica 10 gennaio 2021.
Luogo della tragedia è la provincia Bergamasca, per la precisione il paesino Zogno e protagonista un 66enne coinvolto in un tremendo incidente stradale su cui ancora deve essere fatta luce.

L’incidente è avvenuto in Val Brembana lungo la strada statale numero 470 intorno alle prime luci dell’alba come riporta anche Fanpage.

Secondo le prime ricostruzioni l’incidente sarebbe da ricondursi ad un ribaltamento del mezzo, un furgone, per cause sconosciute.

Il 66enne procedeva sulla statale 470 quando intorno alle 6.40 è stato sbalzato fuori dal mezzo intorno ed è caduto sull’asfalto. In seguito l’uomo è stato investito dal suo stesso furgone.

I soccorsi sono immediatamente giunti sul posto, mandati dall’Areu, ma nessuno ha potuto far nulla per il 66enne.

66enne morto sul colpo: le indagini

La ricostruzione della dinamica è ancora frammentaria, ma le prime notizie sembrano escludere che nell’incidente siano stati coinvolti altri mezzi o altre persone.

Pare infatti che il ribaltamento del mezzo sia stato causato dal 66enne. L’uomo potrebbe improvvisamente aver perso il controllo del furgone finendo fuori strada e venendo poi sbalzato fuori dall’abitacolo.

La sfortuna si è poi accanita sull’uomo poiché è rimasto schiacciato dal suo stesso furgone che si è ribaltato.

Il 66enne è morto sul colpo: all’arrivo dei sanitari del 118 infatti per lui non c’era più nulla da fare. I rilevamenti del caso permetteranno alle forze dell’ordine di chiarire quanto accaduto a Zogno.

Di certo si sa solo che l’uomo si era preparato ad uscire molto presto per una battuta di caccia nella zona, ma non è mai giunto all’arrivo.