Home Cronaca Yara Gambirasio, il documento che rivela il suo assassino

Yara Gambirasio, il documento che rivela il suo assassino

CONDIVIDI

Yara Gambirasio, un nuovo documento che risalta alla luce. Ecco cosa è emerso da un documento di Massimo Bossetti

Yara Gambirasio

Un nuovo documento appare dagli ultimi atti del caso di Yara Gambirasio. La piccola giovane, all’epoca solo 13enne, è stata uccisa, secondo la Giustizia Italiana, da Massimo Bossetti.

La cassazione ha rivelato infatti la coincidenza tra il profilo catalogato dall’Ignoto 1” scoperto proprio sugli indumenti intimi della piccola Yara e quelle con il muratore Massimo Bossetti. Da ormai 6 anni, nonostante sia stato giudicato a tre gradi di giudizio, Bossetti continua  a dichiararsi innocente. Ma qualcosa è risaltato all’occhio proprio all’esperta Evi Crotti in cui ha evidenziato e sottolineato alcuni aspetti contraddittori, all’interno della lettera inviata al News  Mediaset Enrico Fedocci, da Massimo Bossetti.

L’analisi dell’esperta

Caro Enrico, fai giungere a tutti la voce di un innocente condannato al carcere a vita senza MAI potersi difendere. Questa non è una cosa da paese civile. Io sono INNOCENTE e lo griderò finché avrò voce

Da quello che si evince, secondo l’esperta dalla lettera emerge un notevole narcisismo, accompagnatorio da un atteggiamento ” accalappiante” Due modi di essere molto diversi, secondo l’esperta, l’uomo infatti, passa da sentimenti di freddezza razionale a quelli “sdolcinati” condizionando la parte emotiva-affettiva dell’interlocutore.

La stessa Crotti, in base alla scrittura e un attenta analisi della lettera di Bossetti, afferma che l’uomo può essere definito un personaggio indefinibile-contorto.

Massimo Bossetti colpevole, la prova il suo DNA

Secondo la corte di Cassazione, l’assassino della piccola Yara è proprio Massimo Bossetti. Non ci sono difese che tengano per l’uomo, come infatti confermano i giudici nella sentenza, ben 24 marcatori hanno confermato che l’assasino di Yara è prprio il muratore di Brembate.