Home News Usa, bambino di 3 anni trova pistola in casa e si spara...

Usa, bambino di 3 anni trova pistola in casa e si spara alla testa

CONDIVIDI

James trova una pistola in casa e credendola un giocattolo si spara alla testa. I genitori lo piangono disperati, non si danno pace per la morte del figlio.

bambino si spara con pistola

James Kenneth Lindquester, 3 anni, si è suicidato accidentalmente sparandosi un colpo di pistola alla tempia: credeva fosse un giocattolo invece era una pistola vera e carica di proiettili.

Una tragedia accaduta in casa all’improvviso che ha scosso familiari, polizia e anche tutta l’America.

James, trova pistola e si spara

Un bambino di soli 3 anni era tranquillo in casa sua con i genitori indaffarati nelle altre stanze. Il piccolo James come tutti i maschietti era attirato dai giocattoli come pistole, spade e macchinine.

In casa mentre giocava da solo ha trovato un’arma carica lasciata incustodita dentro un cassetto. James credeva fosse una pistola giocattolo come quelle con cui giocava sempre.

L’ha presa in mano, l’ha puntata dritta alla sua testa, ha premuto il grilletto e poi ha sparato. Uno sbaglio dei genitori lasciare l’arma carica non chiusa a chiave, un incidente imprevedibile che è costato la vita al figlio di soli 3 anni.

Il piccolo James è morto qualche ora dopo essersi accidentalmente sparato tra le braccia di mamma e papà. La famiglia vive ad Aloha, in Oregon, USA.

I genitori appena hanno sentito lo sparo sono accorsi per soccorrere il bambino, hanno chiamato l’ambulanza ma purtroppo non c’è stato nulla da fare: è stato dichiarato morto due ore dopo aver premuto il grilletto.

Quando i soccorritori e la polizia sono arrivati a casa Lindquester la scena era da brividi: una scena straziante li accolti in casa.

Polizia, scena da brividi

I poliziotti arrivati sulla scena del crimine sono rimasti senza parole: una scena straziante e orribile all’interno di quella casa. Un agente di polizia giunto sul posto ha poi dichiarato ad un giornale locale:

Vediamo cose orribili ma vedere un bambino in quella situazione è la cosa peggiore che possa capitare.

Tutte le forze dell’ordine presenti, con o senza figli, si sono sentite ‘toccate’ dalla vicenda pensando che una tale disgrazia sarebbe potuta succedere inavvertitamente ad ognuno di loro: basta 1 secondo di disattenzione.

La polizia con un comunicato generale ha lanciato un messaggio a tutti i genitori che possiedono armi in casa: bisogna sempre assicurarsi che le armi siano ben custodite e soprattutto non cariche.

È stata disposta l’autopsia per il piccolo James, si legge su Today.it.

La famiglia è sconvolta, scioccata e in preda al dolore più straziante per la morte del figlio: si sentono colpevoli, un attimo di distrazione ha permesso a James di trovare la pistola carica e spararsi.

Per ora hanno deciso di non rilasciare dichiarazione e chiudersi nel silenzio più totale per piangere il figlio perduto. Hanno però concesso la pubblicazione delle foto di James sorridente e gioioso, esattamente come voglio ricordarlo, attraverso l’ufficio dello sceriffo di Washington.

Il post pubblicato dallo sceriffo della contea di Washington su Twitter ha la funzione di fare da monito per tutti i genitori che possiedono armi: le immagini del piccolo James, ora deceduto, dovranno ricordare a tutti di fare attenzione per non vivere la medesima tragedia capitata ai Lindquester.