Home Cronaca Uomo di 32 anni picchia i passanti e manda una anziana in...

Uomo di 32 anni picchia i passanti e manda una anziana in ospedale: follia a Firenze

CONDIVIDI

Follia a Firenze dove un uomo di 32 anni ha picchiato la gente per la strada mandando in ospedale una donna anziana.

Uomo di 32 anni picchia i passanti e manda una anziana in ospedale: follia a Firenze
Foto di repertorio

Un uomo di soli 32 anni ha iniziato a vagare per le strade di Firenze picchiando i passanti e rompendo i vetri dell’auto in sosta, mandando una donna in ospedale.

Uomo picchia i passanti e danneggia le auto

Sono stati attimi di pura follia e terrore per le strade della città quando un uomo di 32 anni ha iniziato a picchiare tutte le persone che ha incontrato lungo il suo percorso.

Ha ferito diversi passanti e ha danneggiato le auto parcheggiate rompendo i vetri o facendo altri danni tra calci e pugni. Un episodio che ha lasciato il segno, come si legge da molti quotidiani locali. Tra i tanti feriti anche una donna anziana che è caduta a terra violentemente ed è stata portata in ospedale per la frattura del femore.

Carabinieri fermano l’uomo che ha picchiato la donna

Secondo il racconto dei quotidiani locali, dopo il maxi rogo che ha lasciato tutti senza parole,  la follia avrebbe avuto luogo verso le ore 17 in via Baracca. In quel momento l’uomo ha iniziato dapprima ad infastidire le persone e poi in un secondo momento, a danneggiare le auto in sosta o parcheggiate.

La sua rabbia è poi sfociata ancora più violenta colpendo uno dei passanti alla nuca, poi un altro alla clavicola e poi ha preso a schiaffi chiunque gli capitasse davanti. È stato poi il turno dell’anziana signora che è stata presa a calci: la donna di 83 anni è ora ricoverata all’Ospedale di Careggi.

Tra le varie misfatte anche il distaccamento di un tombino che è stato lanciato contro il finestrino di una macchina, che per fortuna non aveva alcun passeggero all’interno. Sono stati allertati subito i Carabinieri che hanno fermato l’uomo per lesioni e danneggiamento aggravato. Lo stesso ora si trova al carcere di Sollicciano.