Home Spettacolo Umberto Smaila crisi economica ‘Costretto a vedermi una casa’: il dramma del...

Umberto Smaila crisi economica ‘Costretto a vedermi una casa’: il dramma del cantante

CONDIVIDI

Umberto Smaila colpito dal Coronavirus, la sconcertante rivelazione: “dopo l’emergenza, devo vendermi una casa”, la crisi economica del cantante

Umberto Smaila cinema
umberto smaila

Umberto Smaila è un noto personaggio della televisione italiana. Il suo esordio avviene negli anni ’70 assieme al gruppo comico “I Gatti di Vicolo Miracoli”. Successivamente vive un periodo di notorietà come conduttore televisivo, presentando alcuni programmi come Colpo grosso, trasmissione che fece discutere l’opinione pubblica.

Dagli anni ’90 sono diminuite le sue apparizioni televisive, ma Smaila ha continuato a concentrarsi sul cinema, sulla musica e sulla sua attività da imprenditore. Nel corso degli anni, Smaila ha condotto una vita di agi, che dovrà però subire un drastico ridimensionamento…

Umberto Smaila e il Coronavirus

Umberto Smaila è stato colpito dal Coronavirus: il cantante, attore e cabarettista, infatti, nonostante non abbia contratto il virus, ha subito delle ripercussioni dal punto di vista economico.

Umberto Smaila

Il personaggio si è confessato sulle sue difficoltà economiche post Covid-19 e ha precisato:

“se solo avessi avuto 1 euro per ogni replica di Colpo Grosso camperebbero di rendita tre generazioni di Smaila.”

La pandemia ha segnato in negativo il suo patrimonio al punto da averlo costretto a mettere in vendita una casa.

“Prima ero benestante, fino alla pandemia. E la prova di questa condizione è che adesso, per riprendermi dopo l’emergenza, dovrò vendermi una casa.”

Una rivelazione choc quella di Smaila, che ha mandato in tilt tutti i suoi fan. Il personaggio, infatti, sarà costretto a mettere sul mercato la sua casa di campagna per colmare i debiti causati dal virus.

La ripresa di Smaila

Il cabarettista ha in serbo nuovi progetti per il futuro, nonostante abbia risentito della crisi.

“Faccio un disco di duets con le 15 canzoni più belle che ho scritto.”

Poi ci tiene a fare una doverosa precisazione parlando dei locali che portano il suo nome “Smaila’s”:

“non sono di mia proprietà, ma hanno con me un accordo di franchising.”