Home Spettacolo Tv Talk, Tommaso Zorzi colora il pomeriggio di Rai 3: intervista esclusiva,...

Tv Talk, Tommaso Zorzi colora il pomeriggio di Rai 3: intervista esclusiva, cosa vi siete persi

CONDIVIDI

Il vincitore del GF Vip 5 e attuale opinionista de L’Isola dei Famosi ha concesso un’interessante intervista al programma di Rai 3 Tv Talk, occhio critico della TV.

Tommaso Zorzi e Maurizio Costanzo, Tv Talk
Tommaso Zorzi e Maurizio Costanzo, Tv Talk

Nella puntata di sabato 10 aprile, il giornalista e conduttore Massimo Bernardini ha avuto il piacere di intervistare un ospite d’eccezione. In collegamento video con Tv Talk, Tommaso Zorzi ha intrattenuto il pubblico di Rai 3 con il suo proverbiale magnetismo.

Tommaso Zorzi super ospite di Tv Talk: colpaccio di Rai 3

Tommaso Zorzi e Maurizio Costanzo, Tv Talk
Tommaso Zorzi e Maurizio Costanzo, Tv Talk

A concedersi una sviolinata in apertura di collegamento con Tv Talk, strappando un sorriso a Massimo Bernardini, è stato Maurizio Costanzo. L’esimio conduttore Mediaset non ha lesinato complimenti e ricami labiali:

“Tommaso è una persona molto carina con cui lavoro benissimo e spero di continuare a lavorarci insieme. Poi svelo anche una cosa bella, da quando c’è lui sono aumentati del 7% i giovani under 24 che seguono il Maurizio Costanzo Show”

Lo storico autore televisivo di Canale 5 ha speso parole al miele ed espresso grande apprezzamento, evidenziando il forte ascendente che il fenomeno Zorzi esercita sul target più giovane.

Elogi a parte, l’influencer milanese ha avuto modo di svelare al pubblico di Tv Talk i suoi prossimi progetti professionali:

“In questo periodo sto dicendo tanti no, con l’azienda c’è un progetto a lungo termine. Saranno cose che mi staccheranno dal mondo del gossip e dei reality, anche se ovviamente non li rinnego”

Immancabile la lezioncina sui salotti televisivi trash in forte crescita:

“Molti contenitori hanno il gusto dell’orrido, di ridere non con le persone ma delle persone. E non è più trash, ma becero”

Tommaso Zorzi non fa mistero della sua selettività e ammette di nutrire ribrezzo e avversione per la tv spazzatura.