Home News Decreto Rilancio, le misure a sostegno del settore turistico e della cultura

Decreto Rilancio, le misure a sostegno del settore turistico e della cultura

CONDIVIDI

Turismo e Cultura: 5 miliardi di euro nel Decreto Rilancio

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha sottolineato che nel Decreto Rilancio sono state varate misure per 5 miliardi di euro destinate a due settori di punta del sistema economico italiano.

Il risultato è frutto

“dell’ascolto delle rappresentanze delle diverse categorie della filiera turistica e di quella culturale”.

Le misure contenute nel Decreto Rilancio a sostegno delle imprese turistiche e culturali vanno dall’allungamento degli ammortizzatori sociali ai crediti di imposta per gli affitti, dai ristori per hotel con grandi perdite di fatturato all’adeguamento delle strutture alle prescrizioni sanitarie.

Il Decreto Rilancio contiene un pacchetto di misure da 4 miliardi di euro:

“[…] il turismo è quello che ha pagato maggiormente le conseguenze dell’epidemia”,

sottolinea Franceschini.

Tax Credit Vacanze nel Decreto Rilancio

Per l’anno 2020 è riconosciuto un tax credit vacanze alle famiglie con un ISEE non superiore a 40.000 euro per chi fruisce dei servizi offerti in Italia dalle imprese turistico ricettive, dagli agriturismi e dai B&B.

L’importo è modulato in base alla numerosità del nucleo familiare: 500 euro per le famiglie composte da 3 o più soggetti, 300 euro per le famiglie di due persone e 150 per i nuclei composti da una persona.

Il contributo potrà essere speso dal primo luglio al 31 dicembre 2020.

Spese sanificazione ed esenzioni nel Decreto Rilancio

Nel Decreto Rilancio è stato previsto anche un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro per la concessione di contributi in favore delle imprese turistico-ricettive, delle aziende termali e degli stabilimenti balneari, come concorso nelle spese di sanificazione.

Fondo turismo e promozione nel Decreto Rilancio

Per sostenere il settore turistico con operazioni di mercato, è istituito un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro per il 2020.

Per favorire la ripresa dei flussi turistici in ambito nazionale, è istituito inoltre il ‘Fondo per la promozione del turismo in Italia’.