Home News Torino, anarchici in corteo con negozi chiusi. Il Sindaco: “Non uscite di...

Torino, anarchici in corteo con negozi chiusi. Il Sindaco: “Non uscite di casa”

CONDIVIDI

Giornata particolare per Torino e il corteo degli anarchici con negozi chiusi e timore per la sicurezza della città. Per cosa protestano?

Torino, anarchici in corteo
Torino, anarchici in corteo

Mentre la Juventus gioca e il Parco del Valentino si riempie degli atleti del Duathlon, a Torino si radunano gli anarchici per un corteo pacifico lungo tutte le strade del centro e non solo.

La marcia degli anarchici

Giornata piena per la città di Torino, con la Juventus impegnata allo Stadio con l’Empoli – gli atleti del Duathlon al Parco del Valentino e altri eventi sempre nel cuore della città. A tutto questo aggiungiamo un nutrito gruppo di anarchici che hanno deciso di sfilare in corteo pacificamente per protestare contro il Governo.

Nonostante sia stato annunciato che il tutto avverrà in maniera calma e tranquilla, il Sindaco si è premunito chiedendo ai cittadini e turisti di porre attenzione magari non uscendo di casa e di non lasciare le proprie autovetture in giro. I negozi nella maggior parte dei casi saranno serrati e i trasporti pubblici in alcuni casi bloccati.

I negozianti di San Salvario chiuderanno le attività ma sono preoccupati proprio perché non sarà possibile proteggere le vetrine, da eventuali attacchi.

I blocchi e mezzi di trasporto

Sempre per ordine pubblico e sicurezza, il prefetto di Torino ha invitato la GTT – azienda di trasporti – a chiedere la sospensione dei tram durante l’intera giornata (3, 4, 10, 13, 15, 16 e 9 barrato – di solito utilizzato per recarsi allo Stadio).

I mezzi di trasporto copriranno comunque le varie aree e si consiglia di utilizzarli, lasciando a casa la propria autovettura per evitare blocchi o danneggiamenti. Il corteo sfilerà alle ore 15 in piazza Carlo Felice e sarà seguita da uno spiegamento eccezionale di agenti e militari.