Home Personaggi Tomaso Trussardi, chi era Francesco il fratello scomparso dell’imprenditore ospite a Verissimo?

Tomaso Trussardi, chi era Francesco il fratello scomparso dell’imprenditore ospite a Verissimo?

CONDIVIDI

Scopriamo di più sulla famiglia di Tomaso Trussardi e in particolare di Francesco, il fratello venuto a mancare dell’imprenditore

Tomaso Trussardi dramma fratello

Conosciamo tutti Tomaso Trussardi, oggi scopriamo qualcosa di più sulla famiglia e su un dramma che lo ha colpito e che riguarda il fratello Francesco…

Chi è la famiglia Trussardi

La famiglia Trussardi è la creatrice di uno dei colossi del settore della moda del nostro Paese. Era il 1911 quando Dante Trussardi ha dato vita all’azienda.

Fu poi il nipote Nicola a subentrare a capo dell’attività negli anni ’70: l’uomo morì poi nel 1999, lasciando la presidenza dell’azienda al primogenito Francesco, anche lui scomparso nel 2003.

Dopo la morte di Francesco, è stata la sorella Beatrice a diventare presidente della Maison, lasciando successivamente la carica alla mamma Maria Luisa. La direzione creativa, dal 2013 al 2020, è stata invece affidata a Gaia Trussardi.

Attualmente Tomaso è a capo dell’azienda con la carica di amministratore delegato e nel frattempo si dedica alla famiglia che ha formato a seguito del matrimonio con la conduttrice Michelle Hunziker. L’uomo, infatti, è padre delle piccole Sole e Celeste. 

Chi era Francesco, il fratello scomparso di Tomaso Trussardi

Francesco Trussardi era il fratello di Tomaso, primogenito di Nicola Trussardi. Nel 2003, il ragazzo ha avuto un incidente stradale, in cui purtroppo ha perso la vita.

Aveva soltanto 29 anni e si trovava a bordo della sua auto, una Ferrari modello 360. Stava tornando a casa da una serata trascorsa in compagnia dei suoi amici, quando ha perso il controllo della sua auto a causa dell’asfalto ghiacciato.

L’auto è uscita di strada e si è schiantata contro un palo della luce, spezzandosi in due. L’automobile ha preso fuoco e per Francesco non c’è stato nulla da fare: è morto sul colpo.

Una vera tragedia che provò molto Tomaso, che all’epoca dei fatti aveva soltanto 19 anni:

“Certe cose non le superi, impari a convincerci. Sono delle cicatrici che rimangono.”

Il ricordo del fratello rimarrà sempre vivo in Tomaso, che speriamo abbia imparato a convivere con la sua mancanza!