Home Salute & Benessere Ti abbuffi se sei giù di morale? Cos’è la fame emotiva e...

Ti abbuffi se sei giù di morale? Cos’è la fame emotiva e come controllarla

CONDIVIDI

Spesso mangi troppo e senza contegno, perché? La fame emotiva è la causa dei tuoi attacchi di fame improvvisi e incontenibili, scopri le cause e i rimedi!

ragazza che mangia junk food

La fame emotiva ti fa mangiare troppo anche se non hai realmente il bisogno fisico di nutrirti. Mangi cibo spazzatura senza limite e subito dopo ti senti in colpa per averlo fatto.

Ingurgiti quantità esagerate di cibo senza sentirti sazio veramente: patatine, dolci, cioccolato e biscotti sono la tua droga.

Lo stimolo che avverti è reale ma non hai realmente necessità di mangiare, allora perché lo fai? Lo fai per soddisfare la fame emotiva!

Cos’è la fame emotiva e come riconoscerla?

Il primo passo per capire cosa sia la fame emotiva è distinguerla da quella fisica.

La fame fisica è uno stimolo corporeo reale: ci fa capire la necessità impellente del corpo di nutrirsi.

Possiamo riconoscere la fame fisica da queste caratteristiche:

  1. Nasce da uno stimolo reale e fisico che cresce poco a poco
  2. Ci fa sentire bene mentre mangiamo e soprattutto dopo
  3. Ci spinge a mangiare qualunque cosa, senza rifiutare nulla o fare eccezioni
  4. Si placa velocemente con la sensazione fisica di sazietà

La fame emotiva invece è dettata dallo stato emozionale e non dalla reale necessità di nutrirci.

Le caratteristiche che ci permettono di riconoscerla sono:

  1. Nasce da uno stimolo emotivo e arriva all’improvviso
  2. Spesso non c’è un reale senso di sazietà, ci fermiamo quando siamo così pieni da star male
  3. Siamo appagati mentre mangiamo ma subito dopo ci sentiamo in colpa di averlo fatto
  4. Abbiamo voglia solo di certi alimenti solitamente pieni di zuccheri e grassi come dolciumi e patatine fritte

Non è semplice resistere alla tentazione, spesso non si è abbastanza forti e si cede.

Attacchi di fame emotiva si verificano spesso se siamo depressi, ansiosi, insoddisfatti e infelici. Mangiando senza limite lasciamo che il vuoto emozionale di tristezza sia riempito dal cibo consolatorio.

Cerchiamo nel cibo la felicità che ci manca. Mangiare un’intera scatola di biscotti ci fa sentire meglio lì per lì, ma è solo un illusione momentanea.

Come risolvere il problema alla radice

Per combattere la fame emotiva l’unica soluzione è investire su noi stessi e scavare nel profondo del nostro animo per:

  1. comprendere quali sono le emozioni scatenanti degli attacchi di fame (ansia, stress, depressione, infelicità, insoddisfazione…)
  2. capire quali problemi scaturiscono le emozioni negative che ci inducono a strafogarci di cibo e cercare di risolverli

Abbandonandoci agli stimoli emotivi ci facciamo sopraffare dalle emozioni negative che, affamate, ci inducono a mangiare troppo e male.

Individuare la causa scatenante che provoca in noi emozioni negative aiuta a combattere la fame emotiva: noi controlleremo il senso di fame non viceversa.

Risolvete il problema alla radice e riacquisterete il pieno controllo del vostro appetito.