Home News Studenti disabili, 10 minuti di complimenti al giorno: il metodo rivoluzionario –...

Studenti disabili, 10 minuti di complimenti al giorno: il metodo rivoluzionario – VIDEO

CONDIVIDI

Si chiama Chris Ulman ed ha ideato un approccio innovativo alla disabilità in classe: ‘Empatia è fondamentale’, di cosa si tratta.

Non solo compiti e nozioni ma pillole di autostima e di sostegno umano secondo un piano costante e quotidiano: questa è la ricetta innovativa per il benessere a scuola degli studenti disabili.

Chris Ulman, insegnante florida disabili
Chris Ulman ed i suoi piccoli alunni

Un’iniziativa che è diventata virale sui social, ecco le foto ed i video che testimoniano il grande impegno di questo insegnante!

L’insegnante che insegna l’autostima

Una storia di amore ed impegno in un momento in cui soprattutto i più deboli potrebbero sentirsi soli ed abbandonati.
Proprio la scuola è al centro dei dibattiti attuali sulle modalità di gestione della didattica sia in presenza che online.

Le associazioni per i diritti degli studenti disabili stanno chiedendo ai vari governi che non vengano dimenticate le esigenze dei piccoli con varie patologie.

Un insegnante della Florida ha ideato una nuova metodologia che mira a migliorare l’autostima dei suoi piccoli studenti attraverso un esercizio quotidiano.

Il docente infatti insegna in una classe con alcuni bambini che presentano diverse condizioni di disabilità, dall’ autismo alla sindrome di down a vari disfunzioni neurologiche e lesioni cerebrali.

Chris Ulman, questo il nome del docente dal sorriso contagioso, è solito passare i primi 10 minuti di lezione esprimendo giudizi positivi su ognuno dei suoi studenti. E questo ogni giorno da 3 anni ormai.

Secondo il racconto di Ulman, quei bambini avevano vissuto a scuola una situazione di isolamento.

“Ora invece partecipano alle attività scolastiche, ballano di fronte a centinaia di altri bambini e prendono la parola nei dibattiti.”

Chris Ulman a scuola con alunno disabile

L’iniziativa diventata virale: “L’empatia è la cosa più importante”

Il giovane insegnante di Jacksonville ha iniziato dunque a notare un positivo incremento del l’autostima dei suoi piccoli alunni con disabilità e così ha pensato di condividere la sua esperienza.

Sembra però che le case editrici abbiano rifiutato la sua idea di scrivere un libro sull’argomento ma Chris non si è perso d’animo.

Ha diffuso infatti le foto ed i video che documentano questa bella iniziativa sulla sua pagina Facebook Special books for special kids, che in poco tempo è diventata virale.

Chris ha spiegato che il segreto è focalizzarsi sui pregi e le abilità possedute da ogni studente disabile, invece che sulle carenze.

“Invece di focalizzarmi sui deficit, mi concentro sui talenti.. . Se hanno un insegnante gretto e stanco, penseranno che il mondo sia gretto e stanco. Ma se un insegnante mostra loro pace, amore e armonia, quella, per loro, sarà la norma”.

L’empatia e l’esempio positivo sono dunque degli elementi fondamentali nella gestione positiva della disabilità e il messaggio positivo dell’insegnante della Florida sta facendo il giro del mondo dando speranza a tanti bimbi ed ai loro insegnanti.

Ecco l’esempio pratico di come funziona il metodo di Chris Ulman!