Home Salute & Benessere Sordità nei bambini, come riconoscerla e conseguenze

Sordità nei bambini, come riconoscerla e conseguenze

CONDIVIDI

La sordità nei bambini, può avere diverse conseguenze, come riconoscerla

Sordità nei bambini
Sordità nei bambini

La sordità è un deficit uditivo che colpisce i bambini, purtroppo in netta aumento soprattutto se si includono anche i bambini affetti da ipoacusia fluttuante, dovuta a infezioni alle orecchie, e da ipoacusia monolaterale, su un solo lato.

L’ipoacusia sintomi e cause

Per capire meglio l’ipoacusia è importante comprendere come il bambino impara a sentire e ad ascoltare e quali sono le fasi di sviluppo della comunicazione per la sua età.

L’udito del bambino dopo la nascita è identico a quello dell’adulto, ma deve impararlo ad utilizzare per formare le basi della comunicazione.

I bambini imparano per libere associazioni, per poter associare il suono alle parole, devono sentirlo diverse volte prima di poterlo memorizzare.

Il deficit uditivo come anche le forme lievi di ipoacusia influiscono negativamente sulla capacità del bambino di apprendere attraverso l’udito.

I bambini affetti da ipoacusia non riescono a percepire se qualcuno parla al di fuori del loro campo visivo, ancor di più se sono presenti altri elementi di distrazione.

Sembrano avere la testa fra le nuove, con lo sguardo sorpreso e spaventato quando ci si accorge di essere stato chiamato.

Alzano il volume del televisore, anche quando il volume è sufficientemente alto.

Tutti segni e sintomi di un chiaro sospetto di un deficit uditivo.

La disabilità uditiva può essere congenita o acquisita. Si parla di ipoacusia congenita se presente dalla nascita, mentre di ipoacusia acquisita se acquisita dopo la nascita.

Le cause possono essere ereditarie o indotte da infezioni e patologie varie all’apparato uditivo.

Aspetti psicologici nei bambini affetti da disabilità uditiva

Dal punto di vista psicologico, tenendo presente la Teoria dell’Attaccamento di Bowlby e la tipologia dello stile di attaccamento dei bambini con disabilità uditiva, è emerso attraverso diversi studi che i bambini sordi presentano una maggiore insicurezza nelle relazioni di attaccamento.

Con il termine attaccamento Bowlby intende un processo attivo di adattamento che si organizza attraverso la messa a punto di strategie atte a raggiungere la sicurezza.

La guida esplorativa dell’ambiente esterno è la madre o la figura di attaccamento, qualora si verificano disabilità uditive le conseguenza possono avere effetti molto differenti sulla qualità della vita del bambino e dell’adulto.

Da ciò possiamo dire che la sordità potrebbe essere un fattore di rischio per la sicurezza dello stile di attaccamento dei bambini.

L’obiettivo della psicologia è quello di studiare dei metodi riabilitativi che permettano al bambino di imparare a utilizzare il linguaggio,a prendere parte alle normali attività, e a seguire adeguatamente gli insegnamenti scolastici.