Home Politica Sequestro ambulanza a Napoli, Lamogese promette: telecamere dal 15 gennaio

Sequestro ambulanza a Napoli, Lamogese promette: telecamere dal 15 gennaio

CONDIVIDI

Dopo la vicenda del sequestro ambulanza a Napoli, Lamorgese si pone in prima linea e promette le telecamere sui mezzi per la sicurezza di medici e pazienti

Sequestro ambulanza a Napoli
Sequestro ambulanza a Napoli

Il sequestro dell’ambulanza a Napoli ha portato il Ministro Lamorgese a muoversi e promettere le telecamere entro il 15 gennaio.

Telecamere sulle ambulanze entro il 15 gennaio?

Le ultime aggressioni al personale medico sia in ambulanza e sia in ospedale hanno portato il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese a prendere provvedimenti.

La stessa ha annunciato che dal 15 gennaio saranno presenti le telecamere sulle ambulanze in servizio a Napoli. Non solo, perché ha confermato che:

“è prevista la realizzazione di sistemi di videosorveglianza nei presidi ospedalieri collegati alle forze dell’ordine”

Evidenziando di come sia una attenzione che il Viminale vuole porre per contrastare tutti gli episodi di violenza emersi in questo periodo, soprattutto dopo l’ultima che ha visto dei ragazzi sequestrare un mezzo insieme ai suoi operatori.

Le nuove misure che saranno in vigore dal 15 gennaio:

“uno sforzo operativo che verrà rafforzato per garantire sicurezza e tutela al personale sanitario impegnato a servizio della comunità”

Filippo Anelli, Presidente Federazione Ordine dei Medici, è intervenuto sulla questione sottolineando che sarebbe opportuno pensare anche ad una maggiore presenza di vigilantes:

“questa è diventata una vera emergenza e lo stato deve trovare le risorse economiche per attuare una risposta forte”

Per Anelli è quindi necessario trovare le risorse da parte dello Stato e fare in modo che medici e operatori possano svolgere il loro lavoro in totale sicurezza.