Home News Scomparsa di Guerrina, padre Graziano in semilibertà: potrà di nuovo officiare messa

Scomparsa di Guerrina, padre Graziano in semilibertà: potrà di nuovo officiare messa

CONDIVIDI

Punto interrogativo sulla scomparsa di Guerrina ma ora padre Graziano potrebbe godere dello stato di semilibertà tornando a officiare la messa.

Un uomo ha ucciso il padre mentre era in diretta su Zoom. Al terribile omicidio hanno assistito 20 persone che sono rimaste scioccate.

La scomparsa di Guerrina sembra essere ancora un mistero ma ora padre Graziano sta per godere della semilibertà.

La scomparsa di Guerrina

Guerrina Piscaglia è sparita nel nulla il 1° maggio 2014 mentre si dirigeva a piedi da padre Graziano. Un sms, l’ultimo, che ha messo luce sui fatti:

“vengo da te, cucino il coniglio e poi facciamo l’amore”

Solo pochi minuti dopo Guerrina sparisce nel nulla e non sarà mai più ritrovata. Le indagini e tre gradi di giudizio – come ricorda anche UrbanPost – hanno evidenziato la relazione clandestina con padre Graziano: la donna era sposata e aveva due bambini ma cercava di convincere padre Gratien ad uscire allo scoperto, rivelando la loro relazione senza doversi nascondere per sempre.

Padre Gratien non ha gradito queste richieste tanto che, secondo le indagini e l’accusa, l’avrebbe uccisa e fatta sparire nel nulla. Nel tempo sono trapelati tutti gli sms che si scambiavano durante il giorno e la notte, che hanno portato ad altri indizi.

Padre Gratien è stato condannato a 25 anni di reclusione e in questo tempo si è sempre professato innocente.

La semilibertà di padre Graziano

Ora Padre Graziano potrebbe godere presto dello stato di semilibertà e officiare nuovamente messa. Infatti gli organi di competenza non gli hanno mai revocato la possibilità di svolgere il suo lavoro.

L’avvocato difensore di padre Gratien ha evidenziato:

“tra un paio d’anni potrà chiedere i permessi premio e ottenere la semilibertà”

Come previsto dalla legge e già dichiarato a mezzo stampa alcune settimane fa:

“non è maii stato ridotto allo stato laicale dalla chiesa e nelle ore in cui potrà uscire dal carcere potrà anche celebrare la messa”