Home Spettacolo Fiorello nel tunnel della droga ‘Non ce la facevo più’: lo sfogo...

Fiorello nel tunnel della droga ‘Non ce la facevo più’: lo sfogo del conduttore

CONDIVIDI

Rosario Fiorello, la confessione choc del conduttore che ha lasciato i fan senza parole: “Non ce la facevo più”

Fiorello
Fiorello e la dipendenza della droga

Rosario Fiorello è uno dei conduttori più amati e apprezzati dal pubblico Italiano. La sua simpatia e il suo umorismo hanno fatto la differenza sopratutto nella televisione degli anni ’90. Il conduttore infatti ha iniziato la sua carriera quando era molto giovane portando appunto il suo successo fino alla Rai.

Rosario Fiorello e la droga

Il conduttore di Rai 1 ha avuto i suoi primi successi nei villaggi turistici, ma il suo lato artistico è emerso come conduttore sulla Rai. Fiorello infatti in una recente intervista ha parlato dei suoi grandissimi successi in una recente intervista, parlando anche però di alcuni momenti bui della sua vita.

A quanto pare infatti Fiorello ha affrontato alcuni temi che hanno cambiato totalmente la sua vita all’inizio della sua carriera,in particolare ha confessato quando era dipendente dalla cocaina.

“Quando lo ammisi mia madre si vergognò, ma dovevo farlo”: Fiorello racconta a cuore aperto uno dei periodi più bui della sua vita. Se in quel periodo ci fossero stati i cellulari, oggi non sarei qui. Sarei stato gettato in pasto ai social e sputtanato”

Ma Fiorello ha ammesso che quello è stato un grande errore per la sua vita e la sua carriera.

Fiorello e il segreto della sua carriera

Il conduttore infatti ha parlato di un momento molto particolare e di periodi completamente differenti da adesso. I ragazzi dell’epoca come afferma, avevano solo voglia di uscire e di divertirsi nelle discoteche. Fortunatamente Fiorello è riuscito a uscire fuori dalla dipendenza di droga raccontando tutta la verità a sua madre:

“Non ce la facevo ad andare avanti con quello scheletro nell’armadio e dovevo levarmi il peso. Mia madre si dispiacque tanto, anche per la vergogna, ma io volevo che tutti sapessero ogni cosa e che il passato fosse un libro aperto”. “Come si esce dai vizi non so dirlo – conclude Fiorello – perché io ce l’ho fatta da solo e ognuno è fatto a modo suo”

Ha concluso Fiorello