Home Cronaca Recita di Natale, bimbo autistico escluso: scatta il controllo degli ispettori

Recita di Natale, bimbo autistico escluso: scatta il controllo degli ispettori

CONDIVIDI

Una storia molto particolare che ha fatto il giro in poco tempo e ora scatta il controllo degli ispettori, per il bambino escluso dalla recita di Natale

Recita di Natale
Recita di Natale

Da una parte un bambino escluso dalla recita di Natale a scuola e dall’altra una dirigente scolastica che dice la sua verità: nel mentre arrivano gli ispettori per un controllo.

La polemica per l’esclusione del bimbo autistico

Nell’istituto di Afragola è accaduto un fatto che ha lasciato tutti senza parole, sembra infatti che un bambino autistico sia stato escluso dalla recita di Natale.

In sede sono arrivati gli ispettori – come evidenzia il Mattino – per verificare l’esatta dinamica di questa vicenda:

“stiamo approfondendo per capire la dinamica dei fatti in stretto contatto con il ministero”

La dirigente scolastica e la maestra sono state travolte dalle polemiche, non solo sul web, per questo motivo affidano le loro parole all’avvocato difensore Franzese con la loro versione dei fatti:

“l’alunno ha sempre ricevuto le migliori attenzioni e cure da parte della maestra”

Evidenziando che il piccolo abbia sempre avuto difficoltà cognitive e problemi comportamentali

“palesati dalla madre, seppur non certificato al momento dell’iscrizione alla materna”

Il legale mette in rilievo i grandi passi da gigante fatti dal piccolo grazie a queste attenzioni e al lavoro svolto in questo periodo:

“ma al momento dell’iscrizione la madre del piccolo non consegnò la diagnosi funzionale e l’attestazione da presentare al provveditoriato per garantire il dovuto sostegno”

Questi documenti sarebbero serviti per individuare la classe più idonea e le ore di sostegno a lui necessarie.

Sempre come si evince da Il Mattino, il bambino non sarebbe stato escluso dalla recita di Natale che si terrà domani – 20 dicembre. La mamma è stata chiamata a scuola per vedere insieme alle insegnanti di trovare

“la migliore strategia per l’inclusione nell’attività teatrale, come già avvenuto in passato per il laboratorio”

Nonostante questo la madre è intenzionata a far cambiare la scuola al figlio. Ora le indagini degli ispettori faranno emergere tutti i dettagli per definire al meglio questa delicata vicenda.