Home News Pesto tossico, pesticidi nei famosissimi marchi italiani

Pesto tossico, pesticidi nei famosissimi marchi italiani

CONDIVIDI

Allarme Pesto: trovate tracce di pesticidi ed elementi tossici per la salute, coinvolti marchi italiani famosi. Rivelati i risultati allarmanti dei test.

Nei barattoli di pesto confezionato sono state ritrovate tracce di pesticidi altri elementi tossici pericolosi per la salute.

Lo studio condotto in merito ha coinvolto vari marchi produttori di pesto confezionato tra cui famose marche italiane, i risultati sono stati allarmanti!

Il pesto in Italia è un condimento amatissimo: veloce saporito e gustoso soprattutto se preparato fresco è una prelibatezza.

La versione confezionata in barattolo prodotta da colossi del settore alimentare come ad esempio Barilla è comoda e molto utilizzata proprio perché già pronta all’uso.

Ma cosa c’è realmente nel barattolo di pesto preconfezionato? I risultati delle ultime analisi hanno rilevato la presenza di dannosi pesticidi.

Ecco la lista dei marchi coinvolti nell’analisi della rivista Okotest e i risultati!

Pesto e pesticidi: i marchi più distribuiti in Italia analizzati

La rivista tedesca Okotest ha analizzato ben 20 marchi diversi di pesto per valutare se all’interno vi fossero pesticidi o altri elementi tossici.

Nella lista dei 20 pesti analizzati, tra i marchi più distribuiti in Italia ritroviamo:

  1. Pesto alla genovese Saclà
  2. Il Pesto alla genovese De Cecco
  3. Pesto alla genovese Buitoni
  4. Il Pesto verde Bertolli
  5. Pesto alla genovese Barilla
  6. Il Pesto alla genovese Italiamo (Lidl)

I risultati allarmanti

I risultati delle analisi sono stati allarmanti: il 60% dei barattoli di pesto preconfezionato analizzato ha ricevuto una valutazione scarsa oppure insufficiente!

Proprio dalle analisi è emersa la presenza di tutti o solo alcuni dei seguenti elementi tossici:

  • idrocarburi saturi (MOSH)
  • oli minerali derivanti dagli impianti di lavorazione
  • idrocarburi aromatici (MOAH) conosciuti per essere responsabili del cancro
  • miscele di pesticidi
  • deltamtrina, un mortale pesticida per le api
  • pletil dietilesilftalato (DEHP) pericoloso per la riproduzione

La quantità di miscela di pesticidi riscontrata è stata valutata sicura per la salute secondo le valutazioni dell’UE.

La rivista Okotest ha comunque voluto criticare la presenza di piccole quantità di pesticidi, soprattutto se miscelate, poiché ancora non si conoscono gli effetti dei multiresidui sulla salute.

La valutazione dei pesti famosi in Italia: bocciati o promossi?

Basandoci sui risultati di queste analisi la valutazione dei pesti italiani o quantomeno più venduti in Italia è la seguente:

  • Barilla: contiene tracce di 10 pesticidi inclusa la deltametrina, e oli minerali
  • De Cecco: contiene tracce di 7 pesticidi e oli minerali, inclusi i Moha
  • Bertolli: contiene tracce di 5 pesticidi e oli minerali, compresi i Moah
  • Saclà: contiene 4 pesticidi in tracce e oli minerali, inclusi i Moah
  • Italiamo (Lidl): contiene 6 pesticidi e oli minerali, compresi i Moah

La Buitoni è risultata essere la migliore tra i pesti italiani contenente solo una bassa dose di oli minerali, tutte le altre contengono almeno una miscela di pesticidi.

LettoQuotidiano.it è stato selezionato nella nuova app di Google News. Per rimanere sempre aggiornato clicca qui e poi sulla stellina “Segui”