Home News Parcheggiatore abusivo con reddito di cittadinanza e pensione di invalidità: arrestato

Parcheggiatore abusivo con reddito di cittadinanza e pensione di invalidità: arrestato

CONDIVIDI

Era un parcheggiatore abusivo ma percepiva sia la pensione di invalidità e sia il reddito di cittadinanza. Ecco come lo hanno scoperto

Parcheggiatore abusivo
Parcheggiatore abusivo

Una situazione molto particolare anche se non nuova, dove un parcheggiatore abusivo è anche un avente diritto del Reddito di Cittadinanza.

Uomo arrestato a Napoli

Apparentemente un uomo senza nulla, che viveva di quelle monete lasciate dai parcheggiatori per fare in modo che la macchina venisse controllata o trovasse un posto dove stare.

Ma la realtà scoperta è un’altra, infatti l’uomo conosciuto da tutti per far parcheggiare le auto alla stazione centrale percepiva sia il reddito di cittadinanza e sia la pensione di invalidità.

Durante un normale controllo è stato arrestato, perché ha violato la libertà vigilata e da questo gesto è stato scoperto tutto quanto. Ora dovrà restare a casa un anno.

Il sequestro di beni e soldi

Gli agenti che hanno proceduto alla denuncia dell’uomo di 55 anni hanno mandato avanti anche un sequestro di soldi , che sono stati messi via durante l’attività abusiva come parcheggiatore.

Lo stesso è stato portato in Questura per accertamenti da parte degli agenti giustificandosi che quello fosse il suo unico modo per percepire una entrata.

Gli agenti hanno chiesto allo stesso di svuotare il suo borsello ed è stato in quel momento che hanno trovato la card del reddito di cittadinanza e il libretto, relativo alla pensione di invalidità.

Non solo, perché tra le ricevute è spuntata anche la ricevuta di un albergo di lusso di una nota località di mare nel Lazio: lì ha trascorso una notte questa estate.

La sua libertà vigilata ha avuto inizio nel 2018, presso l’abitazione della sorella ma l’uomo sin da subito ha ignorato quanto disposto dal giudice continuando la sua vita e attività. In questi anni si è spostato in più posti in Italia e ha accumulato tantissime denunce, tra le quali una per atti osceni in luogo pubblico.