Home News Tragedia in orfanotrofio, 15 bambini morti in un incendio ad Haiti

Tragedia in orfanotrofio, 15 bambini morti in un incendio ad Haiti

CONDIVIDI

Tragedia in un orfanotrofio di Haiti dove sono morti 15 bambini a causa di un terribile incendio. Ecco cosa è accaduto.

Tragedia in orfanotrofio, 15 bambini morti in un incendio ad Haiti
Orfanotrofio Haiti

È accaduto in un orfanotrofio di Haiti e 15 bambini sono morti a seguito di un terribile incendio.

L’incendio che ha ucciso 15 bambini ad Haiti

Un bilancio che non è ancora stato confermato e nelle prossime ore potrebbe diventare più alto. Si tratta di 15 bambini che sono moriti a causa di un incendio terribile che è scoppiato improvvisamente all’interno della struttura nel comune di Kenscoff.

Secondo le prime indiscrezioni dei media locali e internazionali, la struttura non era più autorizzata dal 2013 ma nonostante questo ospitava 60 piccoli bambini rimasti senza genitori.

Il quotidiano online Haiti Libre ha evidenziato che le fiamme sarebbero scoppiate nella chiesta della struttrura “Comprensione della Bibbia” che si trova in una zona occidentale. La direttrice dell’Istituto Haitiano del Benessere sociale ha reso noto che tra le vittime ci sarebbero molti neonati che sono rimasti intrappolati tra le fiamme e i soccorritori non hanno potuto fare nulla per loro.

La struttura è già stata scenario di molte critiche in passato a causa della scarsa igiene e la mancata manutenzione.

Le polemiche e le critiche sui soccorsi

Il giudice di Pace della cittadina – Raymonde Antoine Jean – ha resto noto che dalle prime indagini ed elementi raccolti sembra che l’incendio sia di origine accidentale. Nonostante questo non sono mancate le polemiche da parte della popolazione: come evidenzia il quotidiano “Le Nouvelliste”, uno dei responsabili della Protezione civile del posto ha polemizzato aspramente sul fatto che i soccorsi sarebbero pervenuti un’ora dopo la chiamata di emergenza.

Sembra infatti che i primi ad arrivare sul luogo del disastro, oltre al ridardo, non avevano l’equipaggiamento necessario per spegnere il fuoco. In un primo momento sono stati recuperati 13 corpi e poi i successivi due nel momento in cui tutte le fiamme sono state spente.