Home Salute & Benessere Olio di Iperico: benefici e proprietà

Olio di Iperico: benefici e proprietà

CONDIVIDI

L’olio di iperico si ottiene estraendo foglie, fiori e fusti di Hypericum Perforatum, noto anche come erba di San Giovanni o erba di Klamath, erba di capra o erba di Tipton. Scopriamo i benefici e le proprietà di questo prodotto.

Olio di iperico: benefici e proprietà
Olio di iperico: benefici e proprietà

L’olio è di consistenza sottile e di colore giallo paglierino con aroma fruttato e speziato.

Viene estratto utilizzando il processo di distillazione a vapore. Questo olio viene utilizzato per la produzione di shampoo, prodotti per la cura della pelle e prodotti per il bagno.

L’iperico si trova in Europa, Nord Africa, Asia occidentale, nelle Azzorre e a Madera. È stato naturalizzato in Australia e in Nord America. L’erba di San Giovanni era usata nel 500 a.C. da antichi romani e greci per il trattamento di ferite cutanee, depressione e sciatica.

È anche usato per curare problemi gastrointestinali, problemi mestruali e morsi di serpente. È usato anche per allontanare gli spiriti malvagi (qualora crediate nella loro esistenza).

I benefici dell’olio di iperico

Emorroidi

La miscela di olio di jojoba e olio di iperico aiuta a trattare il dolore causato da emorroidi. Questo olio ha ipericina e flavonoidi che aiutano a ridurre il prurito e la sensazione di bruciore per alleviare l’infiammazione.

Potrebbe essere aggiunto a lozioni, creme per la cura della pelle e applicato direttamente alla zona interessata delle emorroidi interne ed esterne.

Artrite

Questo olio aiuta ad alleviare il dolore causato da artrite e reumatismi. Potrebbe essere miscelato con olio di cocco per ridurre il dolore e l’infiammazione causata da reumatismi.

Salute muscolare

L’olio di iperico possiede proprietà analgesiche, antinfiammatorie e antisettiche che aiutano a curare lividi, dolori muscolari, piaghe, lividi, gomito del tennista, distorsioni, rigidità delle articolazioni, affezioni nervose, ustioni e vene varicose.

Tratta anche il dolore da incuria causato dopo l’intervento chirurgico. Potrebbe essere usato come olio da massaggio o aggiunto a lozioni e creme per la pelle per accelerare il processo di guarigione.

Elimina i microbi

L’olio di iperico ha proprietà antibatteriche e astringenti che aiutano a eliminare corpi estranei e microbi che potrebbero causare infezioni della pelle e peggiorare le ferite. Può essere applicato localmente o usato per accelerare il processo di guarigione.

Prevenire i sintomi della sindrome premestruale

L’olio di iperico aiuta a trattare il dolore fisico e i disturbi emotivi causati da sindrome premestruale come nausea, crampi, tensione mammaria, fluttuazioni dell’umore e ansia durante la menopausa. Massaggiare la miscela di olio di sesamo e olio di iperico per ottenere grande sollievo. Aggiungi due gocce all’acqua calda per ritemprarti.

Usi tradizionali

L’olio di iperico viene usato per trattare diverse zone del corpo. Ecco, di seguito, tutti gli usi tradizionali:

  • sciatica, i dolori muscolari e le problematiche della pelle
  • ustioni, infiammazioni cutanee, ulcere cutanee, graffi, piaghe, tagli e irruzioni cutanee.
  • Lenisce i muscoli stressati.
  • Potrebbe essere usato localmente o aggiunto al bagno e inalato direttamente.
  • È usato per trattare la depressione.
  • Calma la pelle infiammata.
  • Cura anche la pelle danneggiata, allevia il dolore e cura le contusioni.
  • Aiuta a trattare il dolore correlato al nervo come l’artrite, la sciatica e la fibromialgia.
  • È usato per curare ferite minori.
  • Usato anche per trattare l’insonnia.
  • È un aiuto per dolori e lividi.
  • Viene usato con aglio, verbasco e calendula per trattare il mal d’orecchio.
  • Aiuta a promuovere la circolazione e ridurre l’infiammazione causata dalle vene varicose.
  • È usato per trattare la puntura d’ape facendo una pasta di argilla e olio di bentonite.

Infine, grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie, fornisce sollievo da bruciore legato alle emorroidi.

Prima di utilizzare l’olio di iperico è bene consultare il medico per adottare il migliore trattamento. Da evitare se si è in gravidanza.