Home News Nuova operazione alla testa per Alex Zanardi, le sue condizioni sono gravi...

Nuova operazione alla testa per Alex Zanardi, le sue condizioni sono gravi ma stabili

CONDIVIDI

L’atleta Alex Zanardi ha subito una nuova operazione, questa volta alla testa. Il medico ha affermato che le sue condizioni sono gravi ma è stabile.

Alex Zanardi

L’operazione odierna praticata ad Alex Zanardi è durata oltre due ore e mezzo e, tecnicamente, è riuscito.

Di nuovo operato

Alex Zanardi è stato sottoposto un nuovo intervento, questa volta, alla testa. Dopo una Tac i medici hanno disposto una nuova operazione. Il delicato intervento chirurgico è tecnicamente riuscito ma è durato due ore e mezza. La prima operazione era stata fatta il 19 giugno, data in cui l’atleta paralimpico ha avuto il grave incidente. Benché le condizioni restino gravi, è stabile. La prognosi resta comunque riservata.

Il giorno dell’incidente Zanardi venne ricoverato con fracasso facciale all’ospedale delle Scotte di Siena. Attualmente si trova ancora intubato, sedato in coma farmacologico. Per questo motivo, le conseguenze dell’incidente non si conoscono ancora. Probabilmente, nel corso della settimana in corso, verrà valutata una diminuzione della sedazione.

Le indagini

Non si tratta del primo incidente per Alex Zanardi. Il più grave fu il 15 settembre del 2001 quando perse le gambe durante il campionato statunitense Cart in Germania a Lausitzring.

Le indagini sulla dinamica dell’incidente, intanto, continuano senza sosta. In particolare, verrà analizzato il video realizzato da Alessandro Maestrini, giornalista.

Verranno analizzate anche le scatole nere di alcuni ciclisti del gruppo che gareggiava. L’analisi stabilirà la velocità, la potenza e traiettorie seguite dall’atleta. Si deciderà anche se la manifestazione, nel suo percorso, fosse stata prevista in modo sicuro.

Intanto la staffetta Obbietivo3, fortemente voluta da Zanardi, ha attraversato l’Italia. Una staffetta realizzata con l’intento di sensibilizzare gli italiani a concedere l’uso gratuito di attrezzature sportive ai disabili.